...

Come noto, l'incendio doloso è uno dei c.d. "reati spia" di presenze mafiose sul territorio. Non sempre, come ovvio. Ma spesso si. Chi incendia lo può fare per estorcere denaro, per "vendicare" una pretesa non soddisfatta, oppure come segnale diretto a tutti gli altri per comunicare la propria "presenza" e il proprio "peso" criminale. Allarmismo? No. Una delle varie ipotesi concrete che un episodio del genere può sottendere.






...

Sembra una delle tante drammatiche storie di cronaca che si leggono negli ultimi anni. Quelle in cui lui è incapace di accettare la fine di una relazione, fino a compiere un gesto folle. Criminale. La scorsa notte è accaduto qualcosa del genere, ma a ruoli invertiti. Dopo che lui – un 40enne di Fano – ha deciso di chiudere definitivamente la sua storia d’amore con una 30enne, lei ha ben pensato di entrare nella casa del suo ormai ex e di appiccare tanti piccoli incendi. Mettendo a rischio la sua stessa vita e quella degli altri condomini.


...

Un’auto completamente avvolta dalle fiamme. È successo nella notte in via Giuglini, non lontano dall’ospedale di Fano. Un episodio preoccupante, perché i vigili del fuoco escludono si sia trattato di un corto circuito. Pare, infatti, che qualcuno abbia dato intenzionalmente fuoco alla vettura, che sarebbe stata rottamata l’indomani.



Edizioni Vivere
La tua opinione è importante
Su tutti gli articoli di questo giornale è possibile lasciare un commento. L'idea che tutti stanno...
Edizioni Vivere
Le tue notizie sui quotidiani Vivere
su http://vivere.biz/comunicatistampa trovi tutte le informazioni su come inviare comunicati stampa...



...

In un primo momento ha pensato a un principio d'incendio, così ha allertato i vigili del fuoco. Tutta colpa del fumo proveniente dalla stufa del suo appartamento, che ha provocato attimi di panico in via della Repubblica, a Fano, e che ha indotto il proprietario a chiamare i soccorsi.