...

Come in un’eterna zona gialla. In barba all’impennata dei contagi dei giorni scorsi, il fine settimana da poco terminato è stato caratterizzato dagli eccessi, ma anche dai controlli più serrati. Nei due giorni che hanno preceduto il passaggio delle Marche in zona arancione – vale a dire sabato 27 e domenica 28 febbraio – la stretta delle forze dell’ordine per quanto riguarda il rispetto delle norme anti-Covid ha dato i suoi ‘frutti’.







...

I numeri, no, non sono affatto confortanti. Basti pensare al bollettino di sabato mattina: i nuovi contagi sfiorano le 800 unità, e quasi le metà riguardano la provincia di Ancona (i dettagli). È anche per questo che il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica ha deciso di intensificare i controlli. Soprattutto al confine sud della provincia pesarese.













...

“Il nostro concittadino Olvidio Boschini è stato ritrovato, sta bene e ha già potuto riabbracciare la sua famiglia”. Questo l’annuncio del sindaco di Mondolfo Nicola Barbieri al termine di una giornata al cardiopalma contrassegnata dalle ricerche del 73enne scomparso in mattinata insieme al suo cane. “Ringrazio di cuore le forze dell’ordine e tutti i volontari impegnati nelle ricerche”, ha concluso.





...

Tutto è partito dai genitori. Erano preoccupati per i loro figli – rigorosamente minorenni – e a conti fatti i loro sospetti erano più che fondati. Perché dieci sedicenni sono stati segnalati dopo un ‘raid’ degli agenti del commissariato, che nel fine settimana hanno svolto il consueto lavoro di monitoraggio del territorio focalizzandosi soprattutto sugli esercizi pubblici.





...

Sempre in un locale, sempre di domenica. Fa più notizia la ricorsività dell’evento che il fatto in sé, ma di certo colpisce che – ad appena due settimane dal principio d’incendio nel ristorante ‘La Mandria’ di Fano – una nota trattoria della città abbia subito la stessa sfortunata sorte. E sempre nel giorno in cui, in questo malaugurato anno di pandemia, si presume ci fosse più gente.







...

Chissà chi vincerà Sanremo. Poco importa, in fondo. Quel che conta è che, di fronte alla tv, tra poche settimane ci saranno anche loro. Due spettatori d’eccezione, affezionati al Festival e – è cosa certa – anche alla vita. Perché hanno da poco sconfitto il Covid. Tutti e due. Sono Bruno Contardi e sua moglie Diva di Marotta di Mondolfo, rispettivamente di 90 e 84 anni. A raccontare il loro calvario e – soprattutto – il loro ritorno alla vita è il nipote Matteo.