...

E ..se ci voleva il “governo dei migliori” per scrivere il pessimo “decreto sostegni”, se ci volevano “quelli bravi e competenti” per stabilire parametri per l’accesso ai contributi (fatturato e corrispettivi dell’anno 2020 inferiori almeno del 30% all’ammontare medio mensile dell’anno 2019) che consentiranno l’accesso ai ristori a… quasi nessuno, se ci volevano quelli che promettono - su nostra richiesta – la cancellazione per il 2021 del canone speciale RAI, pubblicizzano che grazie a loro “c’è il cambio di passo” con l’eliminazione del canone però poi se ne dimenticano e nel pessimo decreto scrivono “riduzione del 30% del canone speciale RAI”.




...

È ora di finirla di complicare l’attività degli imprenditori e diffondere inutile allarmismo tra i cittadini. È gravissimo che le istituzioni preposte alla tutela della salute abbiano messo nero su bianco il suggerimento di aumentare a due metri la distanza fisica nei ristoranti, ammettendo candidamente nello stesso documento che non esistono basi scientifiche a supporto di questa aggiuntiva prescrizione.


...

«Anche il minimo contributo di ciascuno di noi può risultare di fondamentale aiuto per l’istituto dove la ricerca sui tumori diventa cura in tempo reale». Con queste parole il ViceDirettore di Confcommercio Marche Nord, Agnese Trufelli racconta la sua collaborazione con la Fondazione IEO-CCM e lancia una raccolta fondi destinata all’Istituto Europeo di Oncologia milanese.




...

“I congrui ristori“ promessi dal Presidente Draghi non si vedono mentre, come succedeva prima (nonostante che segretari di partiti al Governo manifestino in piazza invece che modificare i DPCM o fare i decreti!!) si rinnovano le chiusure di ristoranti e si protraggono le limitazioni e le chiusure.


...

«Doveva garantire una “Liquidità immediata” (diceva la ex Ministra Bellanova) alle imprese della ristorazione ed aiutare il settore agroalimentare: 600 milioni di euro stanziati per garantire ai ristoratori contributi a fondo perduto per l’acquisto di prodotti 100% Made in Italy. Ma nonostante siano passati due mesi dall’ultima data utile (le domande andavano presentate dal 15 novembre al 15 dicembre) di questa “liquidità immediata” si è persa ogni traccia. I 46.692 imprenditori della ristorazione che han fatto domanda non hanno ricevuto il becco di un quattrino!».





...

Si è tenuto martedì scorso l’incontro della Associazione provinciale Ristoratori aderente Confcommercio. Folta la rappresentanza degli operatori di Fano capitanati da Martina Carloni in qualità di Vice Presidente, con Enrico Cerioni, Marco Veglio’ e Norman Tomassini che hanno condiviso le azioni che sono state messe in cantiere per supportare il difficilissimo momento che il settore sta affrontando.


...

L’assemblea generale di Federalberghi, riunita mercoledì in seduta straordinaria, ha approvato una petizione rivolta al presidente Conte e ai ministri Franceschini, Gualtieri, e Patuanelli, “per sollecitare il Governo italiano a intervenire con urgenza a tutela delle imprese e dei lavoratori del turismo prima che sia troppo tardi”.


...

In considerazione della grave situazione in cui versano le imprese del nostro settore a causa dell’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del coronavirus, come Confcommercio abbiamo chiesto alla SIAE di disporre una proroga del termine per il pagamento dei compensi per gli abbonamenti annuali per la musica d'ambiente, in scadenza il prossimo 28 febbraio.


...

La Confcommercio di Pesaro e Urbino/Marche Nord é assolutamente insoddisfatta dei provvedimenti di ristoro economico per le imprese commerciali, turistiche e dei servizi costrette ad una chiusura forzata o a pesanti limitazioni nell'esercizio della propria attività a causa della pandemia da Covid-19 che sta ancora mietendo vittime e numerosi contagiati ed ammalati in tutto il Paese. Ai famigliari dei deceduti formuliamo la più sentite condoglianze; agli ammalati, che ancora ed in misura purtroppo crescente affollano le nostre strutture sanitarie, la piena solidarietà e gli auguri di pronta guarigione.