...

Il 14 marzo 2019 il Consiglio Comunale di Fano approvava il PAESC (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima), documento importantissimo per mettere in atto azioni di contrasto ai cambiamenti climatici ma anche alle emissioni in aria di sostanze inquinanti.


...

La vicenda dell'interquartieri Trave/Gimarra segna la fine ingloriosa del PD fanese, che se non si rinnoverà nei suoi rappresentanti sparirà per sempre. I 5 “buoni motivi” = “falsità” ne segnano l'imbarazzante fine. Vediamoli.




...

Ci vuole davvero una grossa faccia tosta ad auto lodarsi per i risultati della raccolta differenziata a Fano, come hanno fatto il Sindaco di Fano Massimo Seri, l’assessore all’ambiente Samuele Mascarin e il presidente dell’ASET Paolo Reginelli.


...

L’amministrazione comunale di Fano annuncia con enfasi che si appresterebbe a presentare un progetto inteso a promuovere e realizzare l’efficientamento energetico degli edifici pubblici e privati. In verità dalla commissione congiunta Ambiente e Bilancio dovrebbe più modestamente nascere un tavolo di lavoro, aperto a tutte le parti politiche, finalizzato a sviluppare il progetto, che quindi evidentemente ancora non c’è.


...

A livello provinciale i gestori Aset, MMS con l’accordo di ATO 1 Marche Nord si stanno muovendo per cancellare le regole attuali del 2010 che, fino ad un ammontare di 3.600 mc, impediscono loro di emettere fattura sulle dispersioni involontarie di acqua nel terreno, le cosiddette “perdite occulte”. Cercano di farlo proponendo, in sostituzione, un Fondo autoassicurativo, pagato dai cittadini, che consentirà ai gestori di fatturare l’acqua andata dispersa, e quindi di fare utili su tali perdite. Maggiori guadagni ai gestori e meno incentivi a combattere le perdite dei cittadini che gradirebbero invece segnalazioni tempestive delle loro perdite grazie a strumenti che oggi esistono come il telecontrollo. Del tutto criticabili poi le modalità realizzative.