...

Come un fulmine a ciel sereno è arrivata la notizia che MMS la società di servizi del Comune di Pesaro e Comuni associati che detiene il 52,35% e HERA Group che detiene il 46,39 % vorrebbe realizzare per proprio conto un digestore anaerobico o qualcosa di simile visto che non esiste progetto presentato alle autorità competenti a Canavaccio di Urbino.


...

All’amministrazione Comunale non è bastata neppure la tragedia del coronavirus covid19 per ripensare allo sviluppo della città in direzione green, sostenibile, è ancora in piedi l’assurda ipotesi di costruire l’ECO-MOSTRO Digestore Anaerobico da 30 milioni di euro vicino a Scuole/Asili e all’abitato di 5000 abitanti di Bellocchi.


...

“Evitiamo il contagio del virus, facciamoci contagiare dalla solidarietà”. Le parole che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha rivolto agli italiani nel messaggio di Pasqua, tracciano alla perfezione la rotta da percorrere in questo periodo dove, oltre all’emergenza sanitaria legata al Coronavirus, l’intero paese sta attraversando anche difficoltà economiche destinate a terminare non nel brevissimo periodo.



...

Profilglass Spa ha stipulato un finanziamento per complessivi 80 milioni di euro finalizzato al sostegno degli investimenti per l’attività produttiva dell’azienda, leader nella lavorazione di alluminio di alta qualità, connessi anche al consolidamento della presenza della società sui mercati internazionali.


...

Non se ne trovano più, e per questo hanno assunto un certo valore. Oppure i tre ladri finiti in manette l’altra notte soffrono di ipocondria. Sta di fatto che tra la loro refurtiva c’erano anche alcune delle famose mascherine andate – letteralmente – a ruba per la psicosi da coronavirus. Ma, soprattutto, tra gli oggetti rinvenuti c’erano anche diversi computer portatili – per un valore complessivo di circa 10mila euro -, contanti e una buona scorta di bibite e merendine.


...

Rubavano nelle auto in sosta, possibilmente in quelle di chi - magari per lavoro – è “costretto” a viaggiare con della tecnologia di valore. Computer portatili, tablet, cellulari, persino cuffiette wireless: era questa la refurtiva prediletta dei due ladri seriali di origine campana acciuffati nei giorni scorsi dalla polizia di Fano. Volti già noti, e che prendevano di mira le vetture parcheggiate in zona strategiche come FanoCenter e Sassonia. Arrivando ad accumulare una refurtiva di oltre 10mila euro. E in soli due giorni.