SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
articolo

Lisippo, Seri invita Osanna: "Ora la statua deve tornare. Museo dell'arte salvata? Fano c'è"

3' di lettura
666

Alcuni giorni fa la Corte di Strasburgo ha respinto all'unanimità il ricorso del Getty Museum di Malibu. Da allora si sono riaccese le speranza per far sì che l'Atleta vittorioso - la cosiddetta statua del Lisippo - ritorni a Fano. A riprendere vigore è stato anche il dibattito sulla sua possibile ubicazione. Il sindaco Massimo Seri ha ora inviato una lettera al direttore generale dei musei di arte di salvata del Ministero alla Cultura Massimo Osanna, per invitarlo in città e per fargli sapere, sin da ora, che Fano ha già le idee chiare su come accogliere il tanto sognato Lisippo. Ve la proponiamo di seguito.

Gent.mo dott. Massimo OSANNA,

sono Massimo Seri, il Sindaco di Fano, ed ho avuto il piacere di conoscerla in occasione della presentazione del volume "Un'Atleta venuto dal mare" il 22 febbraio scorso al Ministero, a Roma.

Ho ascoltato allora con grande interesse le sue parole, insieme a quelle del dott. Luigi La Rocca, relative alla complessa vicenda dell"'Atleta di Fano", in particolare per quanto riguarda la destinazione finale della preziosa statua e la disponibilità sua e del Ministero ad investire su Fano per un progetto museale che valorizzi al meglio il celebre bronzo di Lisippo insieme ad altri reperti di "arte salvata" del medio adriatico. Parole molto gradite a noi fanesi e per le quali le rinnovo anche il mio personale apprezzamento.

Eravamo allora in attesa del pronunciamento della Corte Europea sul ricorso presentato dal Getty Museum contro la sentenza di confisca dell'opera. Ora la Corte Europea si è pronunciata, respingendo tale ricorso e riconoscendo anche la bontà del lavoro svolto e l'assoluta fondatezza delle tesi italiane sostenute magistralmente nei vari livelli di giudizio sia dai magistrati ed avvocati locali sia dagli avvocati dello stato, ai quali saremo sempre grati. Ora la restituzione dell'opera allo stato italiano dovrebbe essere più certa anche se, forse, non proprio immediata.

In attesa che il percorso si completi, come città di Fano siamo pronti a collaborare con il Ministero, condividendone azioni e strategia, e soprattutto con l'Ufficio da lei diretto per predisporre tutto quanto necessario per accogliere l'Atleta nella "sua", la nostra città.

A tal fine avrei piacere di poterla incontrare per approfondire le varie problematiche. Sono ovviamente pronto a venire a Roma in qualsiasi momento ma, ricordando le sue considerazioni di allora, mi farebbe molto piacere averla qui a Fano. Lei auspicava che il Comune potesse mettere a disposizione del Ministero un edificio per realizzare un museo ad hoc, un "museo dell'Atleta di Fano e dell'arte salvata". Bene, noi ci siamo.

Vorremmo perciò farle conoscere alcune possibili soluzioni e metterla e metterci, fin d'ora, nelle condizioni di programmare le azioni necessarie per la sua realizzazione. Fano è pronta ed ben felice di collaborare con il Ministero per questo.

La invito pertanto a venire a Fano, la città di Vitruvio. Conoscerà una città ricca di storia, vivace e innamorata di "Lisippo". E resterà ancor più convinto della bontà della soluzione da lei prospettata.

Augurandomi di averla presto nostro ospite voglia gradire i miei più cordiali saluti unitamente ai sensi di profonda stima.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp iscriversi al canale vivere.me/waVivereFano oppure salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano
  • Per Signal iscriversi al nostro gruppo




Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2024 alle 22:34 sul giornale del 08 maggio 2024 - 666 letture






qrcode