SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Liste d'attesa, Fontana e Panaroni (M5S): "La destra con i nervi scoperti, parte con attacchi personali"

3' di lettura
446

A parte il lavoro instancabile che la nostra consigliera regionale sta portando avanti ormai da quattro anni sul tema sanità senza ottenere risposte dalla Giunta Acquaroli né in aula né a mezzo stampa, ora di uno dei temi più spinosi della sanità marchigiana si è interessata anche Rete 4 con un servizio andato in onda il primo maggio che è partito proprio dal Cup di Fano da cui è emerso che è praticamente impossibile per i nostri concittadini accedere a esami anche urgenti, visto che le liste d’attesa sono di fatto chiuse.

La fuga di dirigenti e personale sanitario (il recente prepensionamento della dg Dott.sa Storti e le dimissioni del Direttore Sanitario facente funzioni dott. Berselli, i sei medici anestesisti che dal primo giugno lasceranno gli ospedali di Fano e Pesaro lasciando 180 turni scoperti al mese) imporrebbero una presa di posizione forte e immediata da parte della Giunta Acquaroli, invece il presidente targato Fdi, al suo solito, resta con la testa nascosta sotto alla giacca, gli Assessori silenti, ma soprattutto a non proferire parola è il candidato Sindaco della Lega Serfilippi, tanto solerte a solleticare le paure dei cittadini con la sua crociata sulla sicurezza in città, ma tralasciando completamente quella sanitaria che dovrebbe essere prioritaria.

Tutti sanno che la destra ha vinto le scorse elezioni regionali per le promesse, non mantenute, sulla sanità e altrettanto tutti sanno che il tema è scottante per cui la stessa Fano è in bilico nei risultati delle prossime elezioni amministrative proprio per questo. Purtroppo non parlare dei problemi non è indice che non esistano, ma che si cerca di minimizzarli perché non si ha idea di come risolverli. Prova ne sia l’ intervento di un candidato consigliere di fdi, mandato allo sbaraglio su un tema tanto complesso quanto di cui conosce poco o nulla. In un comunicato farneticante in cui attacca personalmente la nostra consigliera regionale con un fare aggressivo e insultante, misto a una certa misoginia cara alla destra, in cui mischia le mele con le pere senza una connessione logica, shakerando qualche numero che gli hanno fornito a caso sugli investimenti fatti o da farsi in sanità, dimostra ancor di più la completa inadeguatezza di una classe politica priva di visione e di competenze.

Veramente qualcuno nella nostra città può pensare che lasciarla nelle mani di questi personaggi possa essere una giusta alternativa all’attuale Amministrazione rea comunque di aver trascurato completamente il tema per dieci anni? Noi da anni ci battiamo in tutte le istituzioni per una sanità pubblica e di qualità che garantisca servizi dignitosi per tutti i cittadini prescindendo dal loro reddito e condizioni dignitose di lavoro per chi nei nostri ospedali è impegnato quotidianamente.

Abbiamo fatto battaglie importanti per il potenziamento del nostro Santa Croce quando il Pd regionale con la connivenza dell’’allora Sindaco Aguzzi (ora Assessore regionale e sponsor di Serfilippi) era disposto a vederlo chiudere. Le storie politiche e personali di ciascuno di noi siano garanzia delle battaglie future che riusciremo ad ingaggiare e portare avanti con successo come quella contro il project financing per l’ospedale unico. Il risultato è stato raggiunto per il clima favorevole creato nei cittadini nel tempo che ha fatto cambiare diametralmente traiettoria a personaggi come Carloni e lo stesso Serfilippi che per anni non hanno mosso un dito ma solo annuito.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2024 alle 12:27 sul giornale del 04 maggio 2024 - 446 letture






qrcode