SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
articolo

Forza Italia, Udc e Noi Moderati in una sola lista: ecco i 24 candidati

3' di lettura
2400

Ventiquattro nomi, più due che sarebbero prossimi a firmare. È ancora aperta, seppur in gran parte già definita, la lista dei candidati di Forza Italia al consiglio comunale di Fano, a sostegno di Luca Serfilippi nella tornata elettorale dell’8 e 9 giugno.

Sabato mattina la presentazione al Bon Bon, una carrellata di vecchi nomi della politica, ma con anche tante new entry. A tenere banco è stato l’assessore regionale Stefano Aguzzi, a lungo lui stesso in lizza per ricandidarsi a sindaco della città. Dal canto suo tanti complimenti a Serfilippi, con cui si è congratulato per il discorso di fine conferenza, e nei riguardi del quale ha ammesso che “conosce la città meglio di me”. Aguzzi si è però concentrato soprattutto sulla lista, in realtà costruita insieme a Udc e Noi Moderati. Il risultato è una sorta di polo centrista che unisce vecchie glorie della politica fanese, volti giovani di belle speranze e pure qualche transfugo scontento del partito di Renzi. “Una lista – ha commentato Aguzzi – aperta a tutti, non necessariamente agli iscritti o a chi ha esperienza politica. Noi siamo la prova che per farci capire non c'è bisogno di urlare nelle piazze”, ha aggiunto forte dei sondaggi che danno il partito in ascesa, anche grazie alla credibilità conquistata dal neosegretario Antonio Tajani, a cui l’ex sindaco di Fano ha rivolto complimenti sperticati.

Poi, ovviamente, la lista: Anna Amoruso (esperta in grafologia giudiziaria e analisi della scrittura su base psicologica), Antonino Annaloro (commerciante e gestore di due attività), Massimiliano Bruscia (componente di una cooperativa), Achille Cacace (luogotenente della marina militare in pensione), Francesca Cecchini (sociologa e titolare di un'agenzia di eventi), Antonietta Cerullo (insegnante elementare in pensione), Francesca Delvino (segretaria d'ufficio), Enzo Di Tommaso (libero professionista), Francesco Donati (artigiano specializzato), Mauro Falcioni (ex dipendente del laboratorio di biologia marina, oggi pensionato), Andrea Morbidelli (avvocato consulente del lavoro), Nevio Paganelli (libero professionista), Marcello Palazzi (dipendente di una società), Antonio Paoletti (ex comandante dei vigili urbani di Fano), Barbara Paparo Filomarino (responsabile attività assistenziali), Stefano Pollegioni (carabiniere in pensione), Fiammetta Rinaldi (commercialista), Fabio Sciriscioli (dipendente Ast ed ex sindaco di Serrungarina), Mauro Talamelli (operatore balneare), Antonio Terlizzi (geometra) e Stefano Zaffini (avvocato).

Forza Italia si è detta pronta a riportare Fano a un ruolo più centrale a livello regionale. I tanti cantieri aperti in città? “Non molto eleganti a ridosso delle elezioni – ha commentato Aguzzi – ma i lavori è sempre meglio farli che non farli”. Secondo l’ex sindaco “il mantra del centrosinistra è che soltanto lui è capace di governare, invece noi siamo pronti a vincere controcorrente, che significa anche avere un maggiore entusiasmo quando poi si deve andare ad amministrare”.

Per Serfilippi “Fanesi e Marchegiani sono due facce della stessa medaglia. Il candidato a sindaco dei progressisti – ha sottolineato - ha tenuto su la maggioranza in consiglio comunale per approvare il Prg. Se l’avessimo portato noi al voto a dieci giorni dalla scadenza del consiglio, il centrosinistra si sarebbe incatenato di fronte all’aula”. Il candidato della coalizione di centrodestra ‘Per Fano’ ha poi invitato a non dare per scontata la vittoria, “ma mentre gli altri si spartiscono le poltrone noi stiamo presentando le liste, siamo avanti di un mese rispetto a loro”.

Tra gli interventi anche quello di Marcello Mei, segretario provinciale dell'Udc, che ha rimarcato “la capacità di ascolto di Serfilippi, come ha dimostrato quando è venuto nella mia Cagli. Lui sarà un ottimo collante anche tra mare ed entroterra”. In chiusura le parole dell’onorevole Graziella Ciriaci, imprenditrice da trent’anni e candidata forzista alle elezioni europee, che si è definita aperta e moderata, oltre che intenzionata a valorizzare a Bruxelles le specificità della regione.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp iscriversi al canale vivere.me/waVivereFano oppure salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano
  • Per Signal iscriversi al nostro gruppo




Questo è un articolo pubblicato il 21-04-2024 alle 12:24 sul giornale del 22 aprile 2024 - 2400 letture






qrcode