SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
articolo

Torna il ‘Gran Galà dell’Olio’ tra fiere e tavole rotonde

3' di lettura
632

Una tavola rotonda sulla sostenibilità, per trovare proposte e soluzioni. È la principale novità dell’edizione 2024 del Gran Galà dell’Olio, in programma in centro al Pincio di Fano sabato 20 e domenica 21 aprile. A promuoverla, come sempre, è Expolea, che per un weekend trasformerà di nuovo la città nella capitale internazionale dell’olio extravergine d’oliva, data la presenza delle migliori produzioni olearie proveniente da diversi Paesi del mondo.

Un settore che resta sempre centrale, prezioso anche dal punto di vista della cultura gastronomica. Nonostante tutte le difficoltà del momento. La manifestazione, organizzata con la regia di O.L.E.A., è svolta con la collaborazione del Comune di Fano, con il patrocinio del M.A.S.A.F. – Ministero dell’Agricoltura, Sovranità Alimentare e delle Foreste, della Regione Marche, del Consiglio Regionale Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino, della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, della B.C.C. di Fano e di altri enti e istituzioni, la collaborazione dell’Associazione Viandanti dei Sapori e dell’Istituto Tecnico Agrario A. Cecchi di Pesaro.Ma da dove provengono le aziende regine dell’olio con le loro proposte? Significativa la rappresentanza marchigiana e dell'areale DOP Cartoceto, poi la Puglia, l’Emilia Romagna, l’Umbria, la Sardegna e non solo. Numerosa anche la delegazione di olivicoltori croati provenienti dall'Istria.

In vetrina i migliori produttori, le etichette più importanti e i frantoi che più si sono distinti. Per i cultori un’occasione irrinunciabile anche grazie a un ricco programma che, come detto, quest’anno prevede anche una tavola rotonda - sabato alle 15 nella Pinacoteca San Domenico - dal titolo ‘Sostenibilità dell’Olivocultura. Idee, proposte e soluzioni’, a cui prenderanno parte produttori e rappresentanti di O.L.E.A., ma anche professori e ricercatori universitari, consorzi di tutela di DOP e IGP e l’assessore all’agricoltura della Regione Marche Andrea Maria Antonini.

Poi la parte forse più attesa, vale a dire la terza edizione del ‘Salotto dell’olio’, una vera e propria fiera a cui parteciperanno aziende del territorio e d’Italia con i loro migliori oli e prodotti. L’appuntamento è per domenica dalle 9 alle 19 30. In giornata spazio anche ai bambini, con dei momenti di assaggio grazie a dei giochi olfattivi, come lascia ben intuire il nome dell’iniziativa ‘Il Nasino d’Oro’, un’opportunità per fargli apprezzare sin da piccoli il vero olio di qualità. Il programma nel dettaglio su www.olea.info e www.oroditalia.info.

“Tutti potranno conoscere e assaggiare i migliori prodotti del settore d’Italia e del Mediterraneo – ha spiegato il presidente dell’associazione O.L.E.A. Aps Renzo Ceccacci -, nella splendida cornice del Pincio e sullo sfondo dell’Arco d’Augusto. Momento cruciale, poi, le premiazioni di sabato pomeriggio per la 15esima edizione del concorso nazionale ‘L’Oro d’Italia’, ma anche per la 13esima edizione del concorso internazionale ‘L’Oro del Mediterraneo’”.

Per il direttore di Olea Giorgio Sorcinelli “è un orgoglio portare in ‘piazza’ gli oli protagonisti dei concorsi. Questa iniziativa – ha aggiunto – è ormai diventata un punto di riferimento nazionale e internazionale. Un’occasione per far conoscere i prodotti e le loro qualità alimentari e salutistiche, contribuendo a promuovere il consumo di oli di alto pregio, e non di dubbia qualità, composizione e provenienza”.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp iscriversi al canale vivere.me/waVivereFano oppure salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano
  • Per Signal iscriversi al nostro gruppo




Questo è un articolo pubblicato il 17-04-2024 alle 12:22 sul giornale del 18 aprile 2024 - 632 letture






qrcode