SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Nuovo palazzetto e Virtus in A2, Psi: "Urgente mettere mano al progetto"

2' di lettura
136

virtus fano volley

Non avere un palazzo dello Sport adeguato alla città di Fano condiziona non solo le attività sportive ma anche opportunità economiche rappresentate da eventi congressuali, concerti ed ogni attività che queste strutture possono ospitare.

Una urgenza, sottolineata nel corso di un incontro sullo sport da Fernando Maruccia e Gianluca Pucci, candidati del PSI, che doveva avere attenzione ed impegno, ma, evidentemente, non nella agenda dell’Assessore Cristian Fanesi. Quali risposte daremo e cosa consiglieremo alla squadra di pallavolo Virtus Fano che negli ultimi due anni grazie ad un grande impegno di ragazzi, dirigenza e investimento degli sponsor, ormai prossima alla promozione in A2?

Il palazzetto Salvator Allende di San Lazzaro ha una capacità inferiore alle 1000 persone, requisito minimo per la Serie A2, ed è ormai vetusto seppure pieno di memoria. Ci sarà solo un anno di tempo per il raggiungimento dei requisiti per il Campionato in A 2: troppo pochi per una soluzione. Il PSI sottolinea l’urgenza di mettere mano al progetto non solo per la Virtus ma anche per tutte le altre associazioni sportive. Con ogni probabilità, in caso di promozione, le nostre squadre dovranno andare ad allenarsi e giocare a Pesaro, se non più lontano. I Socialisti ritengono fondamentali per una comunità dalla ricchezza sportiva, culturale e collettiva come Fano strutture multiuso sia sportive che ad uso di altre attività.

Non vogliamo che il Palazzetto dello Sport sia un mancato impegno e che Fano divenga la passerella delle per promesse elettorali della Lega e del centrodestra regionale. Serve una politica attenta e sensibile, una visione moderna della Città, per rispondere positivamente con servizi e strutture per il tempo libero, con impianti diffusi in tutti i quartieri attraverso una gestione pubblico- privato degli impianti, con garanzie di accesso a costi accessibili. Lo sport non è un bene di lusso ma elemento di crescita fisica e di relazione sociale che va governato con nuove logiche anche attraverso il concorso attivo dei cittadini che debbono trovare nei Comitati di Quartiere, primo punto del programma riformista, il primo livello di governo della nostra comunità. Lo sport è un diritto di tutti, è la nostra salute, è l’educazione alla convivenza con l’altro per i nostri bambini e ragazzi.



virtus fano volley

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2024 alle 10:50 sul giornale del 15 aprile 2024 - 136 letture






qrcode