SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
articolo

Nuova piscina, ci siamo davvero: sabato l’inaugurazione. Orari, attività e prezzi del centro natatorio

5' di lettura
13438

Taglio del nastro, buffet, e poi tutti in piscina. Perché questa volta ci siamo davvero. Niente più rinvii, niente più temporeggiamenti. Superate le lungaggini burocratiche, il nuovo centro natatorio fanese è pronto all'apertura. Sabato mattina alle 10 l'inaugurazione.

Per il fine settimana ingresso a prezzo agevolato (5 euro), una sorta di biglietto di benvenuto per invitare i fanesi e non solo a partecipare a quella che è stata espressamente definita come una grande festa. 'Nuotiamo' il nome scelto per la struttura che si trova proprio di fronte all'aeroporto. E da sabato nuoteremo davvero. Sindaco compreso, o così ha promesso durante la conferenza stampa che ha anticipato l’apertura dell’impianto, la cui esistenza è dovuta all’impegno e alle ingenti risorse investite dalla Fondazione Carifano.

Le aspettative sono piuttosto alte, tanto che si punta a raggiungere i 70-80mila ingressi in un anno. L’avvio a inizio marzo è pressoché anomalo, per questo – per ora – ci si limiterà a traslare nel nuovo centro più o meno le stesse attività della Dini Salvalai. Con delle importanti aggiunte, però. Perché l’impianto – come indicato dal direttore tecnico Riccardo Geronazzo - consentirà da subito di potenziare le attività di fitness, quelle di bike e per la fascia da 0 a 6 anni. “Qui – ha detto – dai tre mesi in su abbiamo proposte per tutti”. Ovviamente non mancherà il nuoto libero, finalmente praticabile a tutte le ore. Almeno due, se non tre, le corsie riservate a chi vorrà nuotare in totale autonomia. Dopo il biglietto agevolato di sabato e domenica, l’ingresso singolo costerà 8,50 euro, 77 euro l’abbonamento mensile. Possibile l’acquisto di un pacchetto di ingressi. Immancabili i corsi di nuoto, a breve al via anche la fisioterapia.

Le ambizioni, però, vanno ben oltre il periodo invernale. Premesso che da settembre, con l’avvio della nuova stagione sportiva, verranno implementate nuove attività come l’hydrobike, l’idea è quella di non chiudere la struttura durante l’estate. Nonostante il mare. Vi sarebbero già delle società di nuoto del nord Europa pronte a venire ad allenarsi a Fano nei mesi più caldi, e l’intenzione è quella di far crescere il paniere delle iniziative anche fuori dall’acqua. Tra le idee anche il padel.

Ma ci vorrà tempo. Per il momento Fano può godersi la tanto sudata piscina. “Un impianto dalla vocazione sportiva, ma anche sanitaria e riabilitativa”, ha voluto precisare l’assessora allo sport Barbara Brunori, rimarcando come la sua posizione la renda appetibile anche per i territori limitrofi. “Sarà anche un luogo di socializzazione – ha aggiunto -, questa piscina che è sicuramente una delle più belle d’Italia, per modernità ed efficientamento energetico”. Il progetto, infatti, ha puntato sul minor consumo possibile di risorse. Strutture come queste sono particolarmente energivore, aspetto che si è voluto contenere sin dall’inizio. Altro fiore all’occhiello è il controllo da remoto della tecnologia che, al piano inferiore, fa letteralmente da motore per tutto l’impianto. Lo ha sottolineato anche il direttore Fabrizio Berlese. “È tanta – ha detto -l’adrenalina per questo nuovo inizio. Trovo incredibile quanto questo centro sia all’avanguardia, ma anche bello e illuminato. Partire da metà stagione non ci spaventa. C’è già tanta gente con la borsa pronta”.

Lo stesso sindaco Massimo Seri avrebbe ricevuto proprio giovedì dei complimenti da fuori città per la bellezza del nuovo impianto. “Le aspettative sono tante, la posizione è strategica, per non parlare delle emozioni per il primo tuffo”, ha detto. Gli ultimi sopralluoghi sono stati fatti proprio venerdì mattina, e come ribadito dall’assessore al turismo Etienn Lucarelli, “ora siamo pronti a partire con questo centro che incarna anche un’occasione di crescita per la città”.

Inevitabilmente soddisfatto il presidente delle Fondazione Carifano Giorgio Gragnola, che dopo lunghi patimenti può finalmente tirare un sospiro di sollievo. “Dopo le emozioni dell’evento inaugurale – ha dichiarato – voglio dare merito ai tanti che hanno reso possibile questo impianto, atteso da così tanto tempo dalla comunità. Confido che i gestori saranno all’altezza della situazione. Vedo per questo centro un futuro glorioso”.

A proposito di gestori, sarà dall’unione di due società che le attività prenderanno corpo e anima. “Avvertiamo una grossa responsabilità”, ha evidenziato il presidente della Pool 4.0 Davide Gilli, sottolineando il suo rapporto con Fano dato il gemellaggio con il Carnevale di Cento, sua città di origine. “Ne ho aperti quattro o cinque nelle Marche – ha proseguito – ma questo è decisamente il più bello e all’avanguardia. Daremo al nuovo impianto una visibilità oltre i confini fanesi. Presto avremo anche le attività di fisioterapia e l’apertura del bar”. A cui si affiancherà anche un piccolo shop per acquistare il necessario per entrare in vasca.

Accesso che sarà possibile secondo i seguenti orari: il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 7 alle 22, il martedì e il giovedì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 8 alle 18. Apertura anche la domenica dalle 9 alle 13. A breve anche l’attrezzatura necessaria per l’accesso ai disabili, “tema a cui siamo molto sensibili”, ha sottolineato Giorgio Andrea Ricci della Fanum Fortunae Nuoto, l’altra società in prima linea insieme alla Pool 4.0 per dare al nuovo centro natatorio quel futuro glorioso auspicato da Gragnola.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp iscriversi al canale vivere.me/waVivereFano oppure salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano
  • Per Signal iscriversi al nostro gruppo




Questo è un articolo pubblicato il 01-03-2024 alle 14:32 sul giornale del 02 marzo 2024 - 13438 letture






qrcode