SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Diritti (in)espressi, un progetto di ricerca e azione per migliorare le condizioni di vita nel territorio della diocesi di Fano

2' di lettura
32

Diritti (in)espressi è un progetto cofinanziato dall’Unione Europea e finanziato da ActionAid International Italia E.T.S e Fondazione Realizza il Cambiamento nell’ambito del progetto “THE CARE - Civil Actors for Rights and Empowerment” cofinanziato dall’Unione Europea.

Il progetto, avviato a gennaio 2024 da Ass. Giustizia e Pace Odv e Acli provinciali di Pesaro-Urbino, nasce nell’ambito di azione dell’assistenza alle persone senza dimora incontrate presso il Centro di Ascolto della Caritas diocesana e porta avanti una attenta analisi del territorio, sia dal punto di vista sociale degli interventi pubblici in atto, che del terzo settore, su povertà, grave marginalità e homelessness. Ciò che connota le persone senza dimora è una situazione di disagio abitativo che è parte determinante di una più ampia situazione di povertà estrema. L’esposizione prolungata alla vita in strada o in sistemazioni alloggiative inadeguate comporta conseguenze gravi e difficilmente reversibili nella vita delle persone, con un forte impatto anche in termini di costi sociali. Tra le persone senza dimora si registrano, infatti, tassi di malattia più elevati che tra la popolazione ordinaria, una speranza di vita più bassa, una maggior frequenza di vittimizzazione e maggiori tassi di incarcerazione.

Diritti (in)espressi è innanzitutto un progetto di advocacy volto a rafforzare i diritti dei più fragili, deboli ed esclusi, e si pone come obiettivo quello di comprendere meglio il fenomeno della povertà e grave emarginazione e di contribuire a migliorare le forme di welfare locale, sensibilizzando la società civile e i decisori politici. In questi primi mesi, grazie al coinvolgimento del Dipartimento di Economia, Società e Politica dell’Università di Urbino, si sta avviando una ricerca scientifica ad hoc che porterà alla realizzazione di un laboratorio di ricerca partecipativa. Nel corso dell’anno seguiranno inoltre laboratori e iniziative di formazione rivolte al mondo del volontariato, agli operatori sociali e alla cittadinanza.

Per informazioni: info.giustiziaepace@gmail.com

Il progetto The CARE - Civil Actors for Rights and Empowerment, cofinanziato dall’Unione Europea e promosso da Fondazione Realizza il Cambiamento e ActionAid International Italia E.T.S. mira a promuovere, proteggere e far rispettare i Diritti e i Valori dell’Unione Europea con un approccio fondato sulla partecipazione dei/delle portatori/trici di diritti e sull’empowerment degli/delle stessi/e nel rivendicare i propri diritti. Il progetto coinvolge 70 realtà attive in tutta Italia, creando così una rete del cambiamento in grado di ascoltare e rispondere ai bisogni specifici e concreti di ogni territorio e comunità.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-02-2024 alle 10:48 sul giornale del 21 febbraio 2024 - 32 letture






qrcode