SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il Lions Club di Fano promuove il corso Viva Sofia sulle manovre salvavita

2' di lettura
226

Il Lions International è l'organizzazione di club di servizio più grande al mondo, con 1,4 milioni di soci distribuiti in 49.000 club in oltre 200 Paesi e aree geografiche del mondo, e si colloca tra le associazioni del territorio più vicine ai bisogni della popolazione, riconoscendo tra i suoi scopi istituzionali anche quello di svolgere attività di servizio in risposta alle esigenze culturali e formative della comunità.

Il Lions club di Fano promuove quest’anno, oltre ad altre iniziative a sfondo sociale, il progetto Viva Sofia.

Il progetto, promosso a livello locale e nazionale dal Lions Club italiano, è strutturato in un corso teorico-pratico gratuito di primo soccorso riservato a studenti della scuola media superiore.

Il corso si prefigge lo scopo di insegnare a studenti del triennio finale del liceo semplici nozioni ripetibili di primo soccorso che tutti possono compiere dal momento della chiamata al 118 per una emergenza fino all’arrivo dei professionisti soccorritori. La tecnica delle manovre è derivata dai corsi di rianimazione cardiopolmonare di base per adulti e pediatrico. Verranno impartite anche nozioni per effettuare una chiara ed efficace chiamata di soccorso al 118.

L’evento pilota, primo di una serie, avrà luogo il 18 Marzo 2024 e si rivolgerà agli studenti del quarto anno del liceo classico.

L’organizzazione e lo svolgimento dell’evento vedrà impegnati in collaborazione i soci del Lions club, i Dirigenti scolastici del Liceo Nolfi Apolloni e di un team di medici e infermieri esperti nelle tecniche di primo soccorso e rianimazione cardiopolmonare, dipendenti della Azienda sanitaria Territoriale di Pesaro Urbino e certificati dalla American Heart Association.

Con la promozione e lo sviluppo del progetto Viva Sofia il Lions Club di Fano risponde ai suoi obiettivi istituzionali, contribuendo a rafforzare la cultura sanitaria, intervenendo con la conoscenza per prevenire e curare situazioni a rischio per la vita e fornendo un aiuto efficace per gestire l’approccio emozionale del soccorritore in caso di emergenza.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2024 alle 13:52 sul giornale del 19 febbraio 2024 - 226 letture






qrcode