SEI IN > VIVERE FANO > CRONACA
articolo

Venti chili di hashish e cocaina ovunque, giovane in manette: trovati anche potenziatori di spinelli e pericolosi mix di stupefacenti

2' di lettura
11476

Nascondeva in garage quasi 30 chili di droga, così un giovane fanese è finito nei guai. Si tratta di un 28enne, arrestato nei giorni scorsi dai carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale Carabinieri di Pesaro e Urbino per detenzione di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti.

L’operazione è il risultato di diverse indagini, dalle quali era emerso un potenziale giro di spaccio esteso tra Fano, Pesaro e altri territori della provincia. I militari hanno così voluto controllare l’abitazione del giovane, a Lucrezia di Cartoceto, dopo aver constatato un continuo andirivieni di persone, per incontrarlo in casa ma anche per strada. Nell’appartamento è stato scoperto un autentico laboratorio per il confezionamento della droga. Sono stati trovati frammenti più o meno voluminosi di hashish sparsi per casa. Innumerevoli tracce di cocaina erano presenti su ogni piano della cucina e della camera da letto. Trovati, inoltre, apparecchiature per il sottovuoto, elettrodomestici per mescolare la cocaina, termostati professionali per la cottura sottovuoto, bilance di precisione e grandi quantità di mannitolo per ‘tagliare’ la droga. Scoperti anche tantissimi involucri vuoti, di grandi dimensioni, oltre a una macchina conta-banconote a riprova dell’enorme giro d’affari.

Durante l’operazione i carabinieri hanno saputo anche della disponibilità del ragazzo di un garage a Fano, divenuto luogo di un’ulteriore perquisizione. Tra le cianfrusaglie, ben nascosti, sono stati trovato trenta chili di stupefacenti: oltre 20 di hashish di varie forme e tipologie a seconda della consistenza e della concentrazione del principio attivo, oltre a 4 chili di marijuana e quasi 3 di cocaina. Trovate anche diverse sigarette elettroniche monouso a base di THC – il principio attivo della cannabis -, in vari dosaggi, vasetti di una sostanza resinosa sempre a base di THC ma ad altissime concentrazioni utilizzato per aumentare l’effetto dei classici spinelli artigianali. Scoperta anche una sostanza polverosa di colore rosa che si ritiene essere un potente e pericoloso composto a base di cocaina, MDMA e Ketamina.

In questo contesto i militari hanno arrestato anche un’altra persona, con dimora a Roma e con numerosi precedenti penali. Si sarebbe dovuto già trovare in carcere per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Entrambi gli arrestati sono stati condotti a Pesaro. Già convalidata la custodia in carcere del fanese. Sono in corso accertamenti per stabilire la provenienza dello stupefacente e l’eventuale coinvolgimento di altre persone.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp iscriversi al canale vivere.me/waVivereFano oppure salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano
  • Per Signal iscriversi al nostro gruppo




Questo è un articolo pubblicato il 24-01-2024 alle 22:25 sul giornale del 25 gennaio 2024 - 11476 letture






qrcode