SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Pil Marca Flaminia, finanziati interventi per un milione di euro in quattro Comuni del Gal Flaminia e Cesano

8' di lettura
64

Un milione di euro è questo l’impatto del progetto PIL (Progetto Integrato Locale) ‘Marca Flaminia - Colli Borghi Castelli’, che ha visto finanziare interventi in quattro comuni del Gal Flaminia e Cesano, finalizzati a fare rete, favorire l’occupazione, avviare nuove attività imprenditoriali, salvaguardare il patrimonio culturale e ambientale, incentivare il turismo locale e creare una comune identità territoriale. Sono i comuni di Mombaroccio (capofila), Municipio Monteciccardo comune di Pesaro, Montefelcino, Colli al Metauro.

Gli interventi sono stati presentati dagli amministratori locali, in conferenza stampa nella Sala ‘Pierangeli’ della Provincia di Pesaro e Urbino. Era presente l’architetto Gabriele Filippini.

I Progetti Integrati Locali, nell’ambito del PSR Marche 2014-2020, rappresentano un modello innovativo di programmazione locale degli investimenti e una significativa opportunità di sviluppo locale. Si basano su una forte collaborazione pubblico privato con la finalità primaria di valorizzare il capitale del territorio. Un percorso di confronto strutturato tra i comuni, imprese locali, cittadini, o quanti sono interessati, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo, l’occupazione e la crescita, grazie al sostegno di fondi comunitari.

Costituita la rete, i comuni e i soggetti privati che hanno aderito al PIL, hanno poi partecipato ai bandi pubblici emanati dal Gal Flaminia Cesano, per la concessione dei contributi utili a realizzare gli interventi.

I progetti presentati riguardano interventi strutturali di recupero e di riqualificazione di spazi e di antichi sentieri, ma anche la definizione di percorsi tematici di interesse storico, e, ancora, la realizzazione di nuove attività ricettive e avvio di attività imprenditoriali.

GLI INTERVENTI PIL MARCA FLAMINIA | COLLI BORGHI CASTELLI

Comune di Mombaroccio (ente capofila)

Nasce un nuovo percorso culturale – ambientale dal Castello di Mombaroccio al Santuario del Beato Sante con un contributo pari a circa 113 mila euro. Sempre a Mombaroccio è stata finanziata, con 51 mila euro circa, la riqualificazione di un percorso turistico, per attività escursionistica, fino alla Fonte della Sorgente della Madonna del Pontaccio.

Il sindaco Emanuele Petrucci: “Mombaroccio è capofila di un percorso nato diversi anni fa al fine di creare sinergia tra i territori di quattro comuni distinti, che confinano l’uno con l’altro, con l’obiettivo di fare accoglienza turistica, culturale e ambientale di un’intera area”.

Mombaroccio è meta di un fiorente turismo storico, culturale, religioso e naturalistico. Il Convento del Beato Sante è destinazione di continui pellegrinaggi religiosi da ogni parte del mondo, durante tutto l’anno.

“Sono percorsi fruibili per i visitatori - ha continuato il sindaco Petrucci - grazie a una cartellonistica unica a livello provinciale in ambito turistico, ben visibile, che facilita l’informazione sui collegamenti con queste quattro realtà e favorisce l’accessibilità da parte di tutti. Il percorso parte dall’individuazione fisica delle Chiese, fino al Santuario del Beato Sante, dove ha operato il pittore Ciro Pavisa (Mombaroccio 1890 - Pesaro 1972) e si incrocia con i sentieri naturalistici. Il risultato è un itinerario turistico, guidato dalla bussola dell’arte dell’artista mombaroccese e della sua relazione con questi luoghi sacri immersi nella natura. Le tappe del percorso, seguendo le opere di Pavisa, sono: la Chiesa di Santa Susanna in Villagrande, dove gli affreschi del pittore sono parte fondamentale delle volte, la Chiesa di San Marco collegata a Santa Susanna attraverso via Pontaccio, la Chiesa di Montegiano, quella di San Giovanni Battista, dove sono esposti alcuni splendidi dipinti. Uno spaccato di meraviglia, che la storia e l’arte di Pavisa possono contribuire a svelare in modo inedito ai visitatori. Un intervento di cui siamo particolarmente orgogliosi poiché lo intendiamo come una sorta di riconoscimento al nostro comune che ha sostenuto i suoi studi e alla comunità che ha creduto nella sua figura. Termineremo entro l’anno con l’allestimento della mostra permanente, che andrà a trovare degna collocazione in uno dei luoghi più suggestivi di Mombaroccio: la Chiesa di San Marco”.

Municipio di Monteciccardo – Comune di Pesaro

Il conventino dei Servi di Maria di Monteciccardo, fondato nel 1524 a seguito del lascito testamentario di Bernardino Fabbri da Monteciccardo, oggi parte del Circuito Pesaro Musei, ospiterà spazi esperienziali completamente riqualificati al fine di ampliare la fruibilità di uno dei più importanti complessi architettonici del territorio, sede del Centro per l’arte Contemporanea “Il Conventino”, che ospita opere di artisti di importanza internazionale. L’intervento finanziato ammonta a circa 110 mila euro.

“Il Conventino - ha spiegato nel dettaglio il presidente del Municipio di Monteciccardo Claudio Bonazzoli - è una perla storica e architettonica, che ha parzialmente perso negli anni la sua vocazione turistica. Questo intervento rappresenta un progetto di grande importanza per la valorizzazione del patrimonio storico del territorio e un’opportunità per il miglioramento della qualità funzionale dell’intero complesso. Con questo intervento si va a riqualificare un’intera ala del piano terra, perché possa essere sede di uno spazio espositivo e polifunzionale di grande interesse. Questa area, composta da cinque stanze riqualificate, consentirà anche di accogliere i mercatini dei produttori locali rendendo il Chiostro, non solo contenitore di testimonianze archeologiche ed espositive, ma anche luogo comunitario, vivo, dinamico e creativo. Ancora, di poter accogliere eventi e iniziative culturali di alto profilo”.

In conferenza stampa è intervenuto il vice sindaco e assessore alla Bellezza, Daniele Vimini: “Il progetto mette un focus su quattro luoghi simbolo della nostra provincia, nel caso nostro il Conventino di Monteciccardo, che è diventato il fulcro delle attività di quest’estate, ma anche per Mombaroccio, Montefelcino e Colli al Metauro. Permette di dare maggiore lustro e forza a punti di interesse specifici che diventano punti della rete dell’accoglienza culturale e turistica ed enogastronomica della nostra parte di provincia. Darà, inoltre, più forza al valore dei progetti in rete come Pesaro 24, che prevede che ogni comune, tra cui questi quattro, siano capitale per una settimana. Sarà importante per riconnettere i temi, ma sarà importante anche per meglio indirizzare le persone e, soprattutto, per fare trovare servizi migliori, all’altezza di una rete di accoglienza turistica, grazie appunto a questo intervento di rete”.

Comune di Montefelcino

Montemontanaro, frazione di Montefelcino a due chilometri dal capoluogo, si inserisce in un originale percorso di valorizzazione enogastronomica. E’ la “Strada dell’olio e del vino” per andare alla scoperta di prodotti di eccellenza e delle tipicità più buone del territorio. L’intervento prevede la realizzazione di un’area di sosta grazie a un contributo di circa 36 mila euro.

All’interno del territorio PIL sono stati individuati altri interventi che concorrono al raggiungimento degli obiettivi: tra questi, la riqualificazione del Borgo di Fontecorniale per un importo lavori di circa 116 mila euro co-finanziata in parte del Comune di Montefelcino.

“Sono due interventi di cui siamo molti orgogliosi - ha dichiarato Paolo Rossi, vice sindaco di Montefelcino - Il primo andrà a valorizzare la “Strada dell’olio e del vino”, un percorso importante che unisce tre realtà agroalimentari e vitivinicole di rilievo, con la realizzazione di un’area sosta attrezzata per il tempo libero completamente attrezzata e con servizi dedicati, ideale per turisti itineranti. Il secondo intervento, nella frazione di Fontecorniale, riguarda l’importante recupero del piccolo nucleo storico, nel dettaglio le mura castellane e la piazzetta. Si tratta di un sito di notevole interesse culturale, ambientale e paesaggistico, la cui particolare posizione lo ha reso un luogo strategico da cui si gode uno splendido panorama. A questi interventi si andranno aggiungere altri (area camper attrezzata con servizi dedicati, ideale per turisti itineranti e recupero delle vie interne del centro storico di Montefelcino), che realizzeremo a completamento di un intervento globale su tutto il territorio comunale. Fare progetti a livello intercomunale - continua il vice sindaco - è un percorso di pianificazione strategica efficace per rilanciare il territorio, dal punto di vista culturale e ambientale. Una collaborazione proficua, grazie al Gal, condivisa con le altre amministrazioni da ripetere con altri interventi simili”.

Comune di Colli Al Metauro

Gli interventi previsti a Colli al Metauro riguardano la riqualificazione di antichi sentieri e la realizzazione di un percorso multimodale tra i borghi di Montemaggiore e la Valle del Metauro, lo sviluppo della fruibilità dell’area antistante le mura del centro storico del borgo di Montemaggiore e la riqualificazione delle aree di sosta camper nel borgo di Saltara.

Il contributo concesso è di 200 mila euro. A questo si aggiungono 146 mila circa per il recupero funzionale dell’ex Mattatoio di Serrungarina e di tre lavatoi storici di Serrungarina, Saltara e Pozzuolo.

E’ intervenuta l’assessore Emanuela Primavera: “Il progetto rappresenta un’occasione importante per la valorizzazione dei cinque borghi del Comune attraverso la realizzazione di infrastrutture ricreative per uso pubblico, aree sosta camper e ricarica di bici elettriche. Verranno, inoltre, ristrutturati vecchi lavatoi e locali nei centri storici da adibire a punti di informazione turistica, attraverso questi investimenti di oltre 400 mila euro, i nostri borghi diventeranno più attrattivi per i turisti e non solo”.

I PRIVATI

Tra i progetti presentati dai privati, sono stati ammessi al finanziamento: l’avvio di un’attività ricettiva nel Castello di Mombaroccio (25 mila euro di contributo) presentato dalla società Palazzo Montesi di Eugenio Marotto e Edoardo Montesi Snc. e l’avvio di un’attività di noleggio e-bike sempre a Mombaroccio (25 mila euro di contributo) da parte di Marcello Di Piazza.

Sempre all’interno del territorio del PIL segnaliamo anche l’avvio di una attività di noleggio e-bike della Country house Cornio delle Fronde (Montefelcino).

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp iscriversi al canale vivere.me/waVivereFano oppure salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano
  • Per Signal iscriversi al nostro gruppo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-10-2023 alle 22:27 sul giornale del 03 ottobre 2023 - 64 letture






qrcode