SEI IN > VIVERE FANO > CRONACA
comunicato stampa

Scoperti 88 evasori totali in un anno. Crediti d'imposta, frodi per 1,3 milioni: il report provinciale della guardia di finanza

5' di lettura
734

Lunedì, nella Caserma “Sottobrigadiere Nicola Ventura, Medaglia al Valor Militare”, sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Pesaro, è stato celebrato il 249° Anniversario della Fondazione del Corpo, alla presenza del Prefetto di Pesaro, dott.ssa Emanuela Saveria Greco e di numerose Autorità politiche, civili, religiose e militari.

Nel corso della cerimonia, è stata data lettura del messaggio del Presidente della Repubblica e dell’Ordine del giorno speciale del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Andrea De Gennaro. Nella circostanza, il Comandante Provinciale, Col. t.ST Paolo Brucato, dopo un indirizzo di saluto alle Autorità presenti, ha rivolto a tutti i finanzieri del Comando Provinciale di Pesaro un ringraziamento per l’impegno profuso al servizio del Paese e, in particolare, del territorio. L’evento è stato caratterizzato dalla consegna di alcune ricompense di ordine morale, concesse nel corso dell’ultimo anno alle Fiamme Gialle pesaresi, distintesi per alcune attività di servizio.

La ricorrenza offre l’occasione per fare un bilancio dei risultati conseguiti in ambito provinciale nel corso dell’anno 2022 e nei primi cinque mesi del 2023 nei diversi settori operativi in cui opera la Guardia di Finanza.

La Guardia di finanza di Pesaro ha eseguito 6264 interventi ispettivi e 595 indagini per contrastare gli illeciti economico-finanziari e le infiltrazioni della criminalità nell’economia: un impegno “a tutto campo” a tutela di famiglie e imprese, destinato ad intensificarsi ulteriormente per garantire la corretta destinazione delle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

CONTRASTO DELLE FRODI SUI CREDITI D’IMPOSTA E DELL’EVASIONE FISCALE
72 i soggetti denunciati per reati tributari, di cui 1 tratto in arresto. Il valore dei beni sequestrati, quale profitto dell’evasione e delle frodi fiscali, è stato di oltre 9,8 milioni di euro. Le attività investigative e di analisi sull’indebito utilizzo dei crediti d’imposta hanno permesso di accertare frodi per circa 1,3 milioni di euro. Sono stati individuati 88 evasori totali, ovvero esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo completamente sconosciuti al fisco, e 48 lavoratori in “nero” o irregolari. 21 gli interventi in materia di accise e a tutela del mercato dei carburanti nonché oltre 100 interventi in materia di trasparenza dei prezzi nel settore dei prodotti petroliferi. Sono state avanzate 4 proposte di cessazione della partita IVA nei confronti di soggetti economici connotati da profili di pericolosità fiscale. Sono stati svolti circa 39 interventi a tutela del Monopolio statale del gioco e delle scommesse. Referente: Col. t.ST. Paolo Brucato – ufficio 072117759.

TUTELA DELLA SPESA PUBBLICA
L’attività della Guardia di Finanza nel comparto della tutela della spesa pubblica è orientata a vigilare sul corretto utilizzo delle risorse nazionali e dell’Unione europea per la realizzazione di interventi a sostegno di imprese e famiglie. Per il corrente anno, le attività operative a tutela della spesa pubblica mirano, in particolare, al presidio dei progetti e degli investimenti finanziati con risorse del PNRR, soprattutto in ragione del ruolo affidato al Corpo nell’ambito del sistema di governance del Piano. Complessivamente, gli interventi in materia di spesa pubblica sono stati 180, cui si aggiungono 74 indagini delegate dalla magistratura nazionale e dalla magistratura contabile: 117 soggetti sono stati denunciati e 15 sono stati segnalati alla Corte dei conti per danni erariali pari a circa 580 mila euro. Le frodi scoperte ai danni dell’Unione europea ammontano a oltre 250 mila euro mentre quelle relative ai finanziamenti nazionali, alla spesa previdenziale e assistenziale sono pari a circa 1,1 milioni di euro. I controlli sul reddito di cittadinanza hanno riguardato, grazie alle mirate analisi elaborate dalla Componente speciale del Corpo, soggetti connotati da concreti elementi di rischio. Nel complesso, sono stati scoperti illeciti per circa 460 mila euro e denunciati 66 soggetti all’A.G. In tema di appalti, sono state monitorate procedure contrattuali per oltre 4,4 milioni di euro e denunciate n. 6 persone. Le persone denunciate per reati in materia di appalti e corruzione sono 27.

CONTRASTO DELLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA ED ECONOMICO-FINANZIARIA
In materia di riciclaggio e autoriciclaggio sono state accertate condotte riciclatorie per circa 350 mila euro e sono state denunciate 15 persone. Sono state analizzate 302 segnalazioni di operazioni sospette. In materia di reati fallimentari sono stati accertati un totale di patrimoni distratti per oltre 8 milioni di euro con conseguente denuncia di 20 persone, di cui 1 tratta in arresto. E’ stato arresto n. 1 soggetto per il reato di usura. In applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 41 soggetti fisici e 5 soggetti giuridici, conclusi con l’applicazione di provvedimenti di sequestro/confisca per oltre 60 mila euro. 1.343 accertamenti sono stati svolti su richiesta della Prefettura, la maggior parte dei quali in funzione del rilascio della documentazione antimafia. Il contrasto al traffico di sostanze stupefacenti ha portato alla verbalizzazione di 48 soggetti, di cui 29 denunciati all’Autorità Giudiziaria (10 tratti in arresto) e 19 segnalati al Prefetto, e al sequestro di oltre 6,5 Kg di sostanze. Sul versante della contraffazione sono stati eseguiti 239 interventi e 19 deleghe dell’Autorità giudiziaria, sottoponendo a sequestro circa 752.000 tra prodotti industriali contraffatti, con falsa indicazione del made in Italy e non sicuri. Denunciati 20 soggetti all’A.G. e segnalati amministrativamente 48 soggetti.

CONCORSO NEI SERVIZI DI ORDINE E SICUREZZA PUBBLICA
L’attività di controllo del territorio si è estrinsecata con l’impiego di 2064 pattuglie che hanno operato in connessione con il “Servizio di pubblica utilità – 117”, in linea con le direttive dell’Autorità prefettizia. Inoltre, in attuazione delle direttive emanate dal Comando Generale, volte ad assicurare una più diffusa e mirata presenza del Corpo sul territorio, in chiave sia preventiva sia repressiva, sono state impiegate ulteriori 512 pattuglie mediante la predisposizione di un articolato “Dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti”. Complessivamente, il presidio della Guardia di Finanza sul territorio della provincia ha permesso di controllare 2669 autoveicoli e di sottoporre a controllo 2761 persone.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp iscriversi al canale vivere.me/waVivereFano oppure salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano
  • Per Signal iscriversi al nostro gruppo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-06-2023 alle 21:36 sul giornale del 27 giugno 2023 - 734 letture






qrcode