SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Mozione M5S su oblio oncologico: "La Regione si impegni a sostenere il riconoscimento del diritto all’oblio per i malati oncologici"

2' di lettura
114

Marta Ruggeri

Ho presentato una mozione in Consiglio regionale affinché il Presidente e l’Assessore competente adottino provvedimenti atti a sostenere il riconoscimento del diritto delle persone che sono state affette da patologia oncologica a non subire discriminazioni nell’accesso  a diversi servizi: bancari, finanziari e assicurativi.

Negli ultimi tre anni, tra aprile 2019 e febbraio 2022, ben 5 paesi europei (Belgio, Portogallo, Lussemburgo, Francia e Olanda) hanno varato appositi provvedimenti legislativi che garantiscono agli ex pazienti oncologici il diritto a non essere discriminati. In Italia sono 3,6 milioni i cittadini che vivono dopo aver ricevuto una diagnosi di cancro, di questi 900 mila possono considerarsi guariti e il loro numero, come è indicato nel 15° Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici del 2023, è destinato ad aumentare. Nella nostra Regione i malati oncologici aumentano ogni anno di quasi 11 mila casi, pertanto la Giunta regionale ha il dovere di intraprendere ogni azione possibile presso le opportune sedi istituzionali e in particolare in sede di Conferenza Stato-Regioni.

Sarebbe inoltre fondamentale istituire la consulta regionale per la parità di trattamento delle persone che sono state affette da patologie oncologiche alla quale attribuire funzioni essenziali necessarie a riconoscere le situazioni problematiche di un ex paziente oncologico. Il diritto all’oblio oncologico è un tema importante a cui va posta la massima attenzione, l’urgenza di intervenire a tutela dei malati oncologici è data soprattutto dal numero di guariti che aumentano ogni anno, basti pensare che il 27% delle persone a cui è stato diagnosticato un cancro non necessita di trattamenti ed è considerato guarito. Ormai possiamo dire che le malattie oncologiche, grazie ai progressi della medicina, stanno diventando sempre più delle malattie croniche, a maggior ragione chi ne è colpito va tutelato.



Marta Ruggeri

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2023 alle 12:43 sul giornale del 15 giugno 2023 - 114 letture






qrcode