SEI IN > VIVERE FANO > CRONACA
articolo

Buco nell’asfalto in via Nolfi [FOTO]: ceduto un tratto della fognatura storica, traffico interdetto per giorni

2' di lettura
1294

Servirà ancora qualche giorno affinché la viabilità, nel tratto finale di via Nolfi a Fano, torni alla normalità. Perché da giovedì non si può più transitare, a causa di un nuovo buco nell’asfalto.

A dare l’allarme è stata la polizia locale. Aset è subito intervenuta per monitorare la situazione, e il traffico è stato immediatamente interdetto nel tratto a fianco dell’ex sede centrale dell’ITC Battisti. Venerdì gli inevitabili scavi, per comprendere le cause del cedimento e l’entità del danno. Come intuito dai tecnici della società dei servizi, a provocare il buco dell’asfalto è stato il cedimento della fognatura storica che attraversa quel tratto di strada, per una lunghezza di 2 o 3 metri e a una profondità di 4 o 5. La causa sarebbero le abbondanti piogge di lunedì, che hanno mandato in pressione la fognatura che, proprio come una volta, è ricoperta semplicemente di mattoni.

Quattro o cinque saranno anche i giorni necessari affinché la situazione venga del tutto ripristinata. È previsto per venerdì mattina un sopralluogo da parte della soprintendenza, poi proseguiranno i lavori. Si provvederà infatti alla ricostruzione della copertura in mattoni, questa volta protetta da uno strato di cemento armato per renderla più robusta.

Un altro cedimento dell’asfalto si era registrato già lunedì durante il violento acquazzone. E neanche tanto lontano, ovvero sul lato monte della rotatoria tra via Pisacane e via Veneto. Anche in quel caso il traffico era stato subito interdetto. Si è poi scoperto che la pressione dell’acqua aveva fatto saltare la copertura di un pozzetto interrato, che ‘esplodendo’ verso l’alto ha danneggiato l’asfalto in superficie e parte del marciapiede. Si è subito provveduto a scavare per accertarsi che non vi fossero ulteriori danni, e la situazione dovrebbe essere risolta entro venerdì. Ma non si esclude la comparsa di nuovi ‘buchi’: le conseguenze di certi nubifragi possono palesarsi anche dopo giorni.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp iscriversi al canale vivere.me/waVivereFano oppure salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano
  • Per Signal iscriversi al nostro gruppo




Questo è un articolo pubblicato il 08-06-2023 alle 17:57 sul giornale del 09 giugno 2023 - 1294 letture






qrcode