SEI IN > VIVERE FANO > SPORT
comunicato stampa

L'autismo incontra il taekwondo: una sfida audace ma sorprendente

2' di lettura
814

Due realtà così differenti possono trovare il modo di comunicare tra di loro? A questa domanda hanno cercato di rispondere i responsabili del progetto “Siamo grandi” nato a Fano dall’associazione Omphalos autismo e famiglie Odv con l’obiettivo di creare laboratori per lo sviluppo e l’ampliamento delle autonomie e di abilità specifiche per ragazzi con disturbo dello spettro autistico.

Quest’anno l’equipe si è prefissato l’arduo obiettivo di intraprendere un laboratorio di Taekwondo, un’arte marziale coreana che richiede flessibilità, equilibrio, coordinazione e forza, ma anche disciplina, perseveranza, controllo e concentrazione. Tutti elementi che nel disturbo dello spettro autistico risultano spesso carenti e di difficile raggiungimento. Questi limiti non hanno però fermato la responsabile Aida Picillo, la Dott.ssa Elena Bettini e il maestro Michele Bartolini, cintura nera terzo Dan, che Sabato 27 Maggio hanno dato la possibilità ai ragazzi di mostrarsi davanti ad un pubblico, ignaro dei grandi progressi e abilità acquisite, allenandosi a partire da Ottobre scorso. I ragazzi, in pantaloni bianchi e magliette colorate, con il bellissimo logo di Omphalos sul petto, si sono dimostrati pronti e impeccabili rispettando i tempi di attesa del loro turno, eseguendo con impegno le tecniche insegnategli dal bravissimo maestro Michele Bartolini.

Come giustamente sottolineato dalla presidentessa dell’associazione Omphalos Maria Mencoboni durante la presentazione del saggio, la buona riuscita dell’evento finale che desse prova delle abilità acquisite, non era così scontata.

L’esibizione ha inizio con il suono deciso delle istruzioni che tante volte in questi mesi i ragazzi hanno sentito: “Piedi uniti, mani lungo i fianchi, inchino!” Si comincia con il riscaldamento, poi si passa ai pugni, parate e colpitori, per poi concludere con calci e prima forma.

Nessuno si sarebbe aspettato un successo del genere, i ragazzi hanno lasciato tutti a bocca aperta soprattutto i due maestri della palestra “Taekwondo Adriatico” di Fano, Luca Pagani cintura nera 3° dan, Matteo Mezzanotti cintura nera 4° dan e il maestro Moris Marchionni cintura nera 6° dan della palestra ASD, Yi Sun Sin Taekwondo Academy. Come coronamento finale del saggio, i maestri si sono esibiti con bravura e professionalità, diventando parte integrante della manifestazione.

Questo percorso splendido ha arricchito tutti i presenti, permettendo ai ragazzi di provare un senso di appartenenza e di trasmettere un’emozione autentica attraverso la bellezza dei loro gesti e la pura intensità del loro impegno.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-06-2023 alle 16:39 sul giornale del 03 giugno 2023 - 814 letture






qrcode