SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
articolo

L'importanza della mobile experience sugli smartphone per i giochi online

5' di lettura
24

cellulare smartphone
Gli smartphone sono diventati parte integrante delle nostre vite e ricoprono ruoli essenziali per la vita di tutti i giorni, come il lavoro, i pagamenti online, ma anche l’informazione e l’intrattenimento

Quando pensiamo a quest’ultimo non possiamo non citare il “mobile gaming”, termine che ci viene prestato dall’inglese, per indicare i giochi online e i videogiochi che si giocano su smartphone. Per questo motivo, vale la pena approfondire anche il discorso della “mobile experience” dell’utente che lo utilizza, ossia del modo che abbiamo nel rapportarci con con le informazioni su mobile, in quanto, sempre più giochi, come ad esempio tutti quelli appartenenti allo stile, tipo Gates of Olympus oppure i giochi classici come scacchi, dama o altri di carte, si giocano da questi dispositivi.

Il videogame su smartphone non piace a nessuno, ma tutti ci giocano!

Quando parliamo di gaming, a nessuno verrebbe in mente lo smartphone, ma ci immaginiamo super console e gamestation sofisticate con oggetti tecnologici di ultima generazione pensati per professionisti. Ma il gaming non è solo questo.

Secondo le stime, il gioco su mobile è in aumento, sia in termini di utenti, sia in termini di tempo speso a giocare online.

Esistono blog e guide che consigliano i migliori smartphone per giocare online ai videogiochi con caratteristiche performanti in questo campo, proprio perché le stesse case produttrici, conoscono bene questo nuovo trend di mercato. Già nel 2009, che sembra un secolo fa, potrà sembrarvi strano, ma gli smartphone con sistema operativo iOS e Android erano già in grado di proporre esperienze di gioco molto buone, simili a quelle presenti sulle piattaforme Sony e Nintendo!

Non finisce qui: esistono dei controller (delle periferiche) che trasformano lo smartphone in vere e proprie console portatili, idea simile a quella già avuta della Nintendo Switch, ma con una notevole differenza di prezzo che gioca a favore dei primi. Tali controller, acquistabili anche su Amazon, alla modica cifra di circa 70-80 euro, sono prodotti da un’azienda chiamata Gamevice, la quale detiene per ora il primato sul mercato per la produzione di queste periferiche capaci di regalare una fantastica esperienza di gioco semplicemente collegando il proprio telefono.

Lo smartphone protagonista delle nostre vite

Parlando di intrattenimento, il digitale ha per sempre trasformato le abitudini della Società anche in termini di dispositivi utilizzati, perché, se dapprima i telefoni (quando non erano ancora smart)erano relegati a soli mezzi di comunicazione, con i social network (una delle forme di intrattenimento oggi preferite) abbiamo visto un primo grande cambiamento: essi hanno reso lo smartphone uno strumento perfetto e funzionale a scattare fotografie, il motore pulsante dei social, creando il business degli influencer. Oggi invece, abbiamo ancora un ulteriore cambiamento che vede i questi apparecchi diventare console portatili performanti che permettono un tipo di svago sempre a portata di mano e rendendoli quindi i nostri amici di sempre, inseparabili. Proprio perché abbiamo sempre fra le mani un telefono per fare le qualsivoglia attività, l’attenzione di chi progetta siti web, e-commerce e app di gioco, cade sull’utente e su come questo utilizza lo smartphone. Questo focus prende user-centered, prende il nome di “mobile experience”.

La mobile experience ha un ruolo centrale in un videogioco di successo.

La navigazione da mobile è differente rispetto quella da smartphone e molto più utilizzata rispetto quella su pc. Per questo, quando si progettano i siti web o qualsivoglia applicazione, questi vengono prima pensati per la navigazione mobile. Il telefono ha ovviamente uno schermo più piccolo e questo deve contenere e organizzare visivamente tutte le informazioni utili che l’utente deve avere: menù, tasti, opzioni, ecc.

Quando parliamo di mobile gaming poi, questa attenzione particolare alle mosse e alla psicologia dell’utilizzatore di smartphone, diventa ancora più importante, in quanto ci troviamo di fronte ad un’interazione maggiore. Per questo oggi esistono versioni appositamente studiate per mobile disponibili sugli store principali, come il Google Play Store, anche per i videogiochi per console fissa più famosi. Per fare un esempio di successo, possiamo citare il gioco “Fortnite”, nato come videogame per console, ma oggi disponibile anche in versione mobile per smartphone, sia per sistemi Android, sia per IOs. Fortinite è un caso di successo, che ha letteralmente tenuti incollati milioni di utenti su ogni tipo di device.

Quando si sviluppa per dispositivi mobili (anche gli i Laptop rientrano nella concezione di mobile gaming) bisogna poi tener conto della molteplicità di hardware e software disponibili in commercio. Questo non è affatto facile né tantomeno economico per le case produttrici. Significa infatti diversificare e personalizzare al fine di rendere un videogioco fruibile ed impattante.

Possiamo poi aggiungere, che vista la direzione che il mobile gaming sta prendendo, sorpassando il gioco da postazione fissa, presto gli sviluppatori dovranno fare i conti con l’integrazione di nuovi strumenti per la Realtà virtuale e per la Realtà Aumentata, ma anche con i famosi controller da applicare allo smartphone per trasformarli in postazioni mobili, come quelli della già citata Gamevice.



cellulare smartphone

Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2023 alle 09:30 sul giornale del 29 maggio 2023 - 24 letture



qrcode