SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Rissa tra tifosi, Ruggeri (M5S): "Azioni inaccettabili, bisogna liberare lo sport dai violenti"

1' di lettura
290

Marta Ruggeri
Lo sport più popolare in Italia condannerà se stesso al declino, se non riuscirà a rompere la morsa tossica (aggressività, violenza, intolleranza, pregiudizio) che lo attanaglia ormai a ogni livello.

Sono inaccettabili episodi come la rissa furibonda scatenatasi domenica, prima della partita di calcio fra Alma Fano e Vigor Senigallia. Non è comprensibile, se non ragionando in termini di completo disvalore, come le persone si possano armare di bastoni e cinghie pur di strappare un gagliardetto, una sciarpa oppure uno striscione ai tifosi di un'altra squadra. Un pessimo esempio si è propagato a macchia d'olio dalle curve ultrà dei grandi stadi e adesso ammorba anche le serie minori, tanto che una partita di serie D comporta costi sociali rilevantissimi determinati dal dispiegamento di forze per garantire la sicurezza prima, durante e dopo i 90 minuti.

Bisogna liberare il calcio, è una considerazione di carattere generale, dalla presenza dei violenti e dalla cappa di minaccia latente percepibile in certi slogan sia urlanti sia scritti in certi striscioni. Bisogna ricostruire una cultura sportiva, che è cultura di correttezza nei comportamenti e rispetto verso l'avversario: non dileggio, insulto o addirittura aggressione fisica. Il calcio vissuto come valvola di sfogo per frustrazioni deteriori ha come effetto collaterale di allontanare la passione più sana e genuina. Si può provare a invertire la rotta, insieme forze dell'ordine, istituzioni locali, società sportive e famiglie, cominciando proprio dalla periferia del sistema, dove la situazione appare tuttora più sotto controllo.



Marta Ruggeri

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-04-2023 alle 12:22 sul giornale del 04 aprile 2023 - 290 letture






qrcode