Inaugurato il nuovo parcheggio di via del Risorgimento [FOTO]. Seri: “Da noi troppi rendering? No perché diventano realtà”

1' di lettura Fano 02/04/2023 - Taglio del nastro per l'atteso nuovo parcheggio di via del Risorgimento a Fano. Dopo circa tre mesi di ritardo, sabato mattina è stato infatti inaugurato il nuovo spazio adiacente ai Passeggi, un ex distesa di breccino costellato di pozzanghere oggi riqualificato e attrezzato. Con tanto di panchine.

La nuova area di sosta (che conta 88 posti auto gratuiti e spazi per bici e scooter) sarà senz'altro utile ai tanti avventori dei vicini Passeggi - anch'essi soggetti a un restyling a partire da lunedì -, ma anche alle diverse attività mediche e commerciali della zona, oltre che per coloro che intendono raggiungere il centro storico.

Un rinnovamento non soltanto estetico: la nuova pavimentazione drenante farà sì che le pozze di cui sopra non si creeranno più. A illuminare il parcheggio saranno 21 punti luce, 32 gli alberi messi a dimora.

"Se pensiamo a com'era prima lo troviamo bello e trasformato – ha commentato il sindaco Massimo Seri (il video, ndr)) -, un parcheggio importante e utile per le attività della zona. Sono soddisfatto, anche perché oggi dimostriamo che i nostri rendering, di cui qualcuno ha di recente parlato con ilarità, portano a qualcosa di reale. È questo il percorso che stiamo facendo. Andremo avanti trasformando la nostra città, che diventerà sempre più bella, accogliente e comoda".

Seguono alcune foto.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 02-04-2023 alle 12:07 sul giornale del 03 aprile 2023 - 5134 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, parcheggi, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/d1Hh





qrcode