SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
articolo

Pasqua last minute, ma grandi aspettative per l’estate: il turismo fanese scalda i motori (anche grazie a Vitruvio)

3' di lettura
690

Pollice su per Pasqua grazie allo sport, per il resto è ancora tutto da vedere. Perché ancora una volta si prospetta un weekend all’insegna delle prenotazioni dell’ultimo minuto, anche se l’interesse da parte dei turisti è già palpabile. Fano e il suo entroterra si riconfermano, dunque, un territorio appetibile a livello attrattivo. Per la qualità della vita, per la varietà dei paesaggi e delle proposte. Ma anche Vitruvio, quest’anno, potrebbe dare una bella mano.

Il primo stress-test per l’imminente stagione turistica sarà la Pasqua. “In quel periodo avremo un importante evento sportivo legato alla pallavolo – ha raccontato il presidente di Federalberghi Luciano Cecchini -, per cui sono attese circa 350 persone. Per il resto vedremo man mano. In tanti ci stanno chiedendo informazioni, per questo ci aspettiamo svariate prenotazioni last minute”.

Di certo c’è interesse nei riguardi della Città della Fortuna e del suo hinterland. “Il matrimonio tra mare ed entroterra sta avendo un ottimo successo – ha proseguito Cecchini –, e in tanti già ci chiedono prezzi e altre informazioni”. Da qui le buonissime aspettative per la stagione estiva, dopo gli ottimi risultati dello scorso anno. “Date le premesse possiamo fare anche meglio”, si è sbilanciato a dire il presidente di Federalberghi.

Tanti gli italiani attratti dalle nostre zone, ma c’è curiosità anche dall’estero. “Gli stranieri vengono da noi perché si sta bene, si mangia bene e c’è molto da vedere. Ma – ha detto Cecchini – qui cercano anche sicurezza e tranquillità”. Il turismo fanese – e non solo – si conferma dunque di carattere familiare, adatto a chi cerca un contesto accogliente, con eventi ma senza troppo caos. D’altronde per la movida più scatenata e le spiagge sovraffollate basta spostarsi di poco, con Fano pronta a confermarsi un approdo sicuro e rassicurante.

Si punterà molto anche quest’anno sul turismo esperienziale, e si sta lavorando su dei pacchetti proprio in questo senso. Con un valore aggiunto tutt’altro che banale: l’attrattività delle recenti scoperte archeologiche nel centro storico di Fano. Il fatto che l’edificio pubblico romano – di indubbio interesse culturale – trovato durante dei lavori in un’area privata possa essere davvero la famosa Basilica di Vitruvio è ancora soltanto una suggestione. Serviranno ulteriori approfondimenti, ma intanto anche solo l’idea sta destando un interesse non di poco conto. Già in questi giorni vi sono in città dei gruppi di stranieri – tra cui alcune scuole tedesche – in visita nella Fano sotterranea. Ma la questione Basilica apre nuove prospettive. “Faremo dei pacchetti anche per valorizzare questi aspetti – ha rimarcato Cecchini -, e sarebbe ideale aggiungere questo tassello all’Itinerario archeologico di Confcommercio Marche Nord”. Il legame tra Fano e Vitruvio va assolutamente promosso, anche in occasione di Pesaro Capitale Italiana della Cultura 2024”.

Foto di Renato Agostini.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp iscriversi al canale vivere.me/waVivereFano oppure salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano
  • Per Signal iscriversi al nostro gruppo




Questo è un articolo pubblicato il 20-03-2023 alle 18:46 sul giornale del 21 marzo 2023 - 690 letture






qrcode