SEI IN > VIVERE FANO > CRONACA
articolo

Risveglio con una scossa di 3.0: questa volta l'epicentro è nel primo entroterra. Da sabato sera la terra aveva tremato già due volte

1' di lettura
8334

Una nuova scossa ha svegliato di soprassalto l'immediato entroterra fanese.

Diverse le segnalazioni per l'evento sismico di magnitudo 3.0, registrato alle 7 22 di domenica 22 gennaio con epicentro a 2 chilometri da Saltara di Colli al Metauro – a 14 chilometri da Fano - a una profondità di 10 chilometri.

"L'abbiamo sentito forte e chiaro. Hanno tremato il letto e l'armadio della camera e ci siamo svegliati", ha commentato un residente di Tavernelle di Serrungarina, frazione molto vicina a Saltara. “È durato un secondo ma l'abbiamo sentito sia noi sia la nostra gatta – ha invece raccontato una fanese -, mio marito ha fatto un urlo e ha pure sbattuto da qualche parte".

Non si arresta, dunque, lo sciame sismico iniziato lo scorso 10 novembre. Due scosse si erano già registrate dalla prima serata di sabato: la prima alle 19 52, di 3.2 con epicentro in mare a 30 chilometri dalla costa fanese a una profondità di 8, la seconda nella notte - alle 4 26 - di magnitudo 2.3, sempre in mare ma tra Fano e Pesaro a 43 chilometri dalla costa e una profondità di 10.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp iscriversi al canale vivere.me/waVivereFano oppure salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano
  • Per Signal iscriversi al nostro gruppo




Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2023 alle 09:56 sul giornale del 23 gennaio 2023 - 8334 letture






qrcode