x

Maltempo: il mare si ‘mangia’ la spiaggia, cadono alberi e cartelli. Previsti almeno 180 interventi [FOTO]

2' di lettura Fano 22/01/2023 - “La pista ciclabile è bellissima, ma la spiaggia a Torrette e Ponte Sasso non c'è più”. Bastano queste parole per comprendere la gravità della situazione lungo il litorale fanese – in particolar modo nella parte sud – a seguito delle mareggiate di questi giorni. E non solo. A pronunciarle è stato Andrea Giuliani di Oasi Confartigianato, secondo cui occorrerebbero due milioni di euro per completare la tanto attesa manutenzione delle scogliere di Fano Sud.

Un problema annoso, che si ripete non appena il vento rialza testa e voce, portando in dote onde alte e minacciose per l’arenile. Un guaio che si estende da Pesaro fino a Fano, e che si fa più accentuato laddove non si è ancora rimesso mano alle scogliere. Le spiagge più a rischio sono quelle di Gimarra e Arzilla, ma non da meno è la zona dei Bagni Carlo a Sassonia, dove il mare sta ormai lambendo il campo da beach soccer. Regione e Comune hanno stretto un accordo per la progettazione delle scogliere tra Arzilla e Fosso Sejore, ma i lavori sembrano tutt’altro che all’orizzonte.

Ancora peggio, probabilmente, se la passano a Ponte Sasso. La zona meridionale della città, come da copione, è stata flagellata dal maltempo di questo fine settimana. “La pista ciclabile è bellissima – ha proseguito Giuliani -, ma è inutile farle se non si fanno le scogliere. La cosa migliore sarebbe quella di trasformarle da soffolte a emerse, ma sono opere costosissime”. Intanto ai Bagni Alda è già cominciata la conta dei danni. Lapidario il commento di Matteo Garofoli di Isla Morada-Dog Beach: “Inconcepibile per una località turistica che tale vuole definirsi e che dice di voler diventare esempio di come si fa turismo. Ne siamo lontani, signori.

Di certo, però, non è soltanto il litorale a pagare il prezzo del meteo. Le forti raffiche di vento hanno infatti provocato la caduta di alberi e grossi rami, ma anche di alcuni cartelli della segnaletica stradale. I vigili del fuoco sono al lavoro dalla notte tra sabato e domenica per rimediare alle conseguenze del forte vento che ha colpito l’intera provincia: 50 gli interventi di soccorso finora, e 130 sono già ‘in coda’, principalmente per rami e alberi pericolanti oppure caduti sulla sede stradale – come in via Guinizzelli a Fano - e per danni dovuti all’acqua. Non risultano persone coinvolte.

Seguono alcune foto.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2023 alle 12:37 sul giornale del 23 gennaio 2023 - 4848 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, maltempo, mareggiate, ponte sasso, scogliere, alberi caduti, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dOrt





logoEV
logoEV
qrcode