Mozione di M5S sul Ddl Calderoli, la capogruppo Ruggeri: "La giunta regionale si opponga in tutte le sedi opportune"

Marta Ruggeri 2' di lettura Fano 05/01/2023 - «Il disegno di legge Calderoli è pericoloso, aumenterà le diseguaglianze sociali ed economiche, dividerà ancora di più il Paese e potrebbe provocare conseguenze negative anche nelle Marche».

La capogruppo dei 5 Stelle, Marta Ruggeri, ha depositato una mozione che – se approvata dall’assemblea – impegnerebbe la giunta marchigiana a opporsi in ogni sede opportuna alla riforma sull’autonomia differenziata delle Regioni. «Il Ddl Calderoli – spiega Ruggeri – è inaccettabile, perché rimanda alle calende greche quelle garanzie necessarie a evitare il dilatarsi di sperequazioni, quindi di ingiustizie, fra il Sud e il Nord dell’Italia. Ricordo a questo proposito che nel 2018 l’Unione Europea ha declassato le Marche da regione ordinaria a regione in transizione e di conseguenza ci sarebbe molto da perdere dal Ddl Calderoli. Prima si definiscono queste garanzie, poi si ragiona sull’autonomia differenziata».

La Costituzione prevede, all’articolo 119, un fondo di perequazione a beneficio dei territori con minore capacità fiscale, ma non ce n’è traccia nella bozza del Ddl presentata dal ministro Roberto Calderoli, che insiste sul criterio della spesa storica per il trasferimento di risorse dallo Stato alle Regioni. In base a questa disposizione, le Regioni già più garantite lo sarebbero ancora di più.

«Si tratta di un criterio – argomenta Ruggeri – che invece dovrebbe essere rimosso con gradualità, perché lo richiede la legge 42 del 2009 e perché è fonte sia di disuguaglianze sia di inefficienze. Il metodo più corretto e razionale per finanziare gli enti territoriali dovrebbe essere la dotazione pro-capite uguale per tutti». In conclusione si avverte l’esigenza di rafforzare la presenza dello Stato e di articolare in modo più uniforme il suo intervento, piuttosto di introdurre criteri di disuguaglianza e divisione fra Regioni che avranno ancora di più e Regioni che avranno ancora di meno. «Tutto ciò vale in particolare – chiosa Ruggeri – nel settore della salute dopo la drammatica esperienza della pandemia, che ha evidenziato le troppe differenze fra i sistemi sanitari regionali. E vale, inoltre, tanto per la risposta alla crisi economica, acuita dagli effetti indotti dalla guerra in Ucraina, quanto per il trasporto pubblico o la sicurezza energetica: proprio le Marche hanno un deficit vicino al 70 per cento, il dato peggiore in Italia»


   

da Marta Ruggeri
Consigliere regionale M5S





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-01-2023 alle 12:56 sul giornale del 07 gennaio 2023 - 110 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, politica, consigliere regionale, Movimento 5 Stelle, M5S, marta ruggeri, comunicato stampa, ddl calderoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dLHO





logoEV
logoEV
qrcode