Variante di Gimarra: Lega e Fratelli D’Italia, "Senza più 20 milioni e nemmeno il pudore"

2' di lettura Fano 21/11/2022 - Un epilogo criminale, non ci sono altre parole, se non quelle già usate da uno dei maggiori esponenti della stessa maggioranza, per definire l’esito dell’annosa vicenda della variante di Gimarra.

La città di Fano perde inesorabilmente 20 minimo di euro, per l’inedia di un Sindaco dedito a tutto tranne che ad amministrare la sua città, per una giunta impiegatizia che ha fatto del fine mese il suo orizzonte programmatico, per una maggioranza litigiosa che anziché pensare al futuro di Fano pensa solo al proprio domani politico.
Non cerchino allora un capro espiatorio, ne tra le proprie fila ne esternamente, questo è il fallimento di un intera amministrazione, e come tale deve essere consegnato alla storia di questa città.
Il comunicato della giunta Seri in puro stile “Asilo Mariuccia” in cui si accampano scuse e richieste risibili, denota quello che da otto anni l’opposizione di centro destra va denunciando, non solo l’assoluta incapacità di amministrare, ma la totale mancanza di interesse autentico verso la condizione della città.
Infatti, questa opera come altri mancati interventi strategici (vedi digestore), è stata sacrificata sull'altare del mantenimento del consenso politico.

Troppo impopolare per prendere una decisione magari utile ma scomoda, troppo complessa e impegnativa per chi pensa non ad Amministrare ma bensì a seminare consenso spicciolo per tentare di essere riconfermatio il prossimo turno elettorale.

Come può ritenersi ancora affidabile, credibile, e meritorio di credito chi non riesce a spendere per il bene della Comunità una somma cosi importante?

Se avesse un briciolo di dignità, il Sindaco e la Giunta dovrebbero dimettersi e ridare voce agli elettori che dopo questo ulteriore fallimento ben sapranno su chi riporre la fiducia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2022 alle 16:38 sul giornale del 22 novembre 2022 - 208 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dD3z





logoEV
logoEV