Interquartieri di Gimarra, niente proroga per l'utilizzo dei 20 milioni: il Comune si appella ad Anci e Regione

lavori in strada 2' di lettura Fano 19/11/2022 - Il Sindaco rende noto che la proroga richiesta al MIT dalla Regione Marche relativa alla data di scadenza per l'utilizzo dei 20 milioni per il completamento della strada interquartieri non è stata accolta, in quanto il D.L.n.50/2022 non contempla tale generica ipotesi per i fondi FSC Infrastrutture 2014-2020 pur essendo state previste numerose altre deroghe temporali.

E' oltremodo evidente che tali problematiche riguardano l'intero territorio nazionale e pertanto si auspicano iniziative legislative, anche di concerto con l’ANCI, atte a consentire tale proroga, in considerazione delle difficoltà operative che le amministrazioni pubbliche hanno avuto nel 2020 per l'emergenza sanitaria e del fatto che opere complesse in zone di vincoli paesaggistici richiedono tempi e cautele adeguati. Appare, anche, oggettivamente doveroso che la Regione Marche possa provvedere a garantire quanto pattuito, mantenendo inalterata l'opera programmata di comune accordo, mediante operazioni neutre contabilmente che consentano di sostituire la fonte di finanziamento con reciproca utilità. In questo modo si intende preservare complessivamente l'importo garantito dallo Stato secondo un principio di leale collaborazione tra enti locali; diversamente la Città di Fano resta convinta che saranno comunque trovate dalla Regione Marche risorse di pari importo per individuare nuove opere ristorando il mancato finanziamento originario.

Si rende necessario evidenziare che l'iter progettuale è stato segnato da una notevole complessità di approccio, per cui le strutture tecniche del Comune di Fano hanno sempre profuso il massimo impegno pur riconoscendo che, in fase iniziale, sono stati fatti errori decisivi che hanno inutilmente aggravato le tempistiche di riferimento in modo determinante. Il completamento dell'interquartieri resta una necessità ed una opportunità storica per la Città di Fano, ma comporta rilevanti criticità ambientali ed un complesso assetto per la soluzione di articolati rilievi progettuali posti dalla Sovrintendenza che, comunque, ha sempre offerto la massima disponibilità a favore dell'ente. Il progetto, allo stato attuale, è stato più volte discusso e verificato con la stessa Sovrintendenza e la Regione Marche tanto che si trova in fase di avanzata definizione con esito presumibilmente positivo.

Esistono al contempo debolezze strutturali relative alla pianificazione territoriale nel rapporto con la Sovrintendenza. Si auspica pertanto che una volta approvato il PRG, munito dei pareri degli organi regionali e dello Stato, non occorrano altri interventi che ne compromettano o ne modifichino in modo significativo le scelte condivise, eventualità troppo ricorrente e che non si accorda con le tempistiche degli attuali finanziamenti di opere pubbliche.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2022 alle 22:38 sul giornale del 21 novembre 2022 - 678 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano, interquartieri, comunicato stampa, variante di gimarra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dDMn





logoEV
logoEV