x

“Cartoceto dop, il festival”, splende il sole sulla prima della kermesse dell’oro verde delle Marche

4' di lettura Fano 06/11/2022 - Dopo la pioggia del sabato, è il sole ad accogliere i visitatori della prima domenica di “Cartoceto Dop, il Festival – 45^Mostra Mercato dell’Olio e dell’Oliva”. La kermesse organizzata dal Comune di Cartoceto, dalla Pro Loco cittadina e dal Consorzio di Tutela e Valorizzazione della DOP Cartoceto, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, della Regione Marche e dalla Provincia di Pesaro Urbino, della Fondazione Marche Cultura e con la partnership di Confcommercio Pesaro, ha ripreso la sua intensa quanto attesissima narrazione di un territorio plurale che parla tanto la lingua dell’eccellenza agroalimentare quanto quella artistica, paesaggistica e culturale. Se il popolo della mostra mercato, come da tradizione, si è riversato in Piazza Garibaldi sin dal mattino per gli acquisti di olio, olive, formaggi, vini e conserve, curiosi, amanti della buona musica e della cucina hanno affollato il festival e i vari eventi in programma per tutto l’arco della giornata.

Al taglio del nastro, seguito come da tradizione dall’esibizione di un rinnovato Corpo Bandistico di Cartoceto dal suono sempre più vicino a quello di un’orchestra, presenti alcuni rappresentanti della Provincia e della Regione Marche, alcune autorità militari e religiose, i principali partner culturali del festival e la delegazione della città tedesca Hügelsheim con la quale Cartoceto celebra quest’anno i 20 anni di gemellaggio.

L’olio Dop Cartoceto e le copiose iniziative in programma, anche quest’anno hanno richiamato tantissimi appassionati da fuori regione, con prevalenza dall’Umbria, dall’Emilia Romagna e dalla Toscana. In tanti hanno apprezzato il borgo storico, il programma artistico culturale e la qualità dell’olio di quest’anno dalla bassissima acidità e naturalmente biologico che hanno potuto degustare tanto agli stand dei produttori quanto a quello dell’hub del gusto allestita da Food Brand Marche. Qui tra momenti di degustazione dedicati alle eccellenze marchigiane, alle 16.30 si è tenuto un vero e proprio lab dove il Consorzio DOP Cartoceto, ha potuto spiegare e dimostrare come conoscere, ri-conoscere e degustare un olio di qualità, dall’olio nuovo al prodotto DOP certificato.

Dopo il grande impatto dello scorso anno, anche quest’anno si rinnova l’attesa per lo spettacolo di video-mapping spirato alla figura di Renata Tebaldi, il soprano acclamatissimo e amatissimo che durante la Seconda Guerra Mondiale sfollò a Cartoceto e si esibì per la prima volta al teatro del Trionfo dando avvio ad una carriera superlativa che la porterà a conquistarsi una stella sulla Walk of Fame. A 100 anni esatti dalla sua nascita, un tributo sentito e dovuto che si colloca all’interno di un percorso di narrazione di un territorio intero, dei suoi personaggi e delle sue eccellenze.

Di grandissima atmosfera e raffinatezza il concerto al Teatro del Trionfo con lo storico pianista di Mina Danilo Rea e il fisarmonicista Luciano Biondini. Dopo aver calcato palchi prestigiosi come quello della Casa del Jazz a Roma e dell’Istituto di Cultura Italiana a Tokio, “Cosa sono le nuvole”, titolo del progetto del duo delle meraviglie, ha incantato il pubblico accorso anche da fuori regione.

.

Un’atmosfera di festa si è respirata in lungo e in largo per tutto il borgo. L’esibizione della Funkasin, gradito e acclamato ritorno dei 15 elementi della marching band veneta, ha portato una ventata di funk ed energia tra le stradine del centro storico. I più giovani si sono riversati in Piazza XX Settembre per i mercatini organizzati dalle scuole, gli spettacoli a loro dedicati con le buffe clownerie di Cirkolistico di Massimiliano Isgrò e lo spazio dedicato proprio ai giovani artisti del territorio 4Ever Young.

Riuscitissimo anche il contenitore realizzato dall’Associazione Italiana Sommelier-Delegazione di Pesaro Urbino che in Piazzetta Guerrazzi ha creato un punto aperitivo musicale, dove conoscere e degustare vini del territorio provinciale e nazionale e, al contempo, divertirsi con la musica elettroswing del sassofonista Daniele Mancini e Dj Domez.

E poi le mostre. Quelle degli artisti locali, quella dedicata a Padre Stefano Pigini e al Maestro Mario Dondero. Il motoincontro delle Benelli ha raccolto a Cartoceto tantissimi amanti del mondo delle moto, incuriositi da una storia italiana affascinante “raccontata” da moto dagli anni ’30 ad oggi. I Sentieri Verdi in bike e a piedi hanno interessato i tanti viandanti innamorati del territorio ed entusiasti della visita ai frantoi.

Una prima domenica davvero ricca di iniziative e di proposte che hanno abbracciato tutte le varie anime del borgo: dall’olio DOP Cartoceto, alla tradizione enogastronomica a tutto tondo, dall’arte alla storia, dalla cultura al divertimento più leggero e aperto anche ai più piccoli.









Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-11-2022 alle 19:13 sul giornale del 07 novembre 2022 - 154 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dAVp





logoEV
logoEV
qrcode