x

Alluvione, Mangialardi a Aguzzi: “Ci sono video che dimostrano come fosse impegnato nella campagna elettorale al momento della tragedia"

2' di lettura Fano 26/10/2022 - “Posso comprendere le difficoltà di natura umana e politica che l’assessore Aguzzi sta attraversando, ma devo dire che le sue dichiarazioni sono terribilmente imbarazzanti. E, se mi è permesso, il maldestro tentativo di assimilare il piano politico a quello giudiziario fa torto in primo luogo alla sua intelligenza.

La mozione di sfiducia che il Partito Democratico ha deciso di presentare nei suoi confronti riguarda esclusivamente le sue evidenti responsabilità politiche nella lacunosa gestione della fase di emergenza durante l’alluvione del 15 e del 16 settembre. Responsabilità che non solo emergono palesemente nelle ricostruzioni più volte fatte dallo stesso Aguzzi, ma che sono ben documentate perfino da alcuni video che dimostrano come nel momento di massima allerta, egli, anziché trovarsi nella sala operativa della Protezione civile a fianco della struttura tecnica, sedesse comodamente al cinema Gabbiano di Senigallia per un’iniziativa della sua campagna elettorale.

Aguzzi sa bene di aver sbagliato e sa ancora meglio che nel momento in cui il Metauro, il Misa e il Nevola iniziavano a esondare, cioè fin dalle ore 17,30 di quel tragico 15 settembre, egli avrebbe dovuto occuparsi esclusivamente di gestire al meglio l’emergenza in qualità di assessore alla Protezione Civile. Invece, per sua stessa ammissione, egli giunse alla sala operativa solo dopo le ore 24. Questa è la grave responsabilità politica che pesa come un macigno sulle sue spalle e questa è la ragione che ha fatto venire meno la fiducia nei suoi confronti. Se ciò poi può essere giudicato penalmente rilevante, non spetta a noi dirlo, ma alla magistratura che ha già avviato un’inchiesta. Non a caso ci siamo rifiutati di sottoscrivere la proposta di una commissione d’inchiesta che ci era stata avanzata da altri gruppi consiliari”.

Così il capogruppo regionale del Partito Democratico Maurizio Mangialardi replica all’assessore alla Protezione civile Stefano Aguzzi in merito alle dichiarazioni rilasciate da quest’ultimo dopo la presentazione della mozione di sfiducia nei suoi confronti da parte del gruppo assembleare del Partito Democratico. Nell’occasione Aguzzi aveva chiesto a Mangialardi di rinunciare alla prescrizione su alcuni capi di imputazione nel processo in corso riguardante l’alluvione di Senigallia del 2014.

“Personalmente – conclude Mangialardi – mi auguro che al termine delle indagini condotte dall’Autorità giudiziaria nell’operato di Aguzzi e di tutta la Protezione civile regionale non risultino elementi penali a loro carico. Anche perché, a differenza dell’acredine di Aguzzi, io non mi sono mai sognato di portare la battaglia politica al di fuori delle sedi preposte. Chi lo fa, come Aguzzi, dimostra solo la debolezza delle sue argomentazioni”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2022 alle 15:05 sul giornale del 27 ottobre 2022 - 152 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dywd





logoEV
logoEV
qrcode