x

FdI: pericolo per i bus e studenti al Pincio

1' di lettura Fano 10/10/2022 - Leggendo l’articolo di qualche giorno fa su “Eventi al Pincio, pericolo per i Bus, la denuncia degli autisti dell’AMI”, abbiamo avuto la netta impressione che la giunta ha adottato provvedimenti affrettati e assolutamente inefficaci posto che il danno ormai è stato fatto. Infatti anziché attentamente verificare come assolvere alla problematica si propone di spostare il terminal degli autobus in altro luogo.

È bene ricordare che già nel 2017 segnalammo in un articolo “STUDENTI COME PACCHI POSTALI”, tutta una serie di pericoli e criticità per gli studenti che debbono prendere l’autobus. Questa segnalazione oggi viene espressa anche dagli confermando il problema e che appunto la sveglia non suona per tutti alla stessa ora. Al momento, fintanto che non viene individuata altra location per il terminal degli autobus, riteniamo che l’unica soluzione è rendere permanente la destinazione degli autobus al Pincio, perlopiù permanente, non da destinare ad altri usi e almeno per tutto il periodo scolastico.

Si parla di centinaia di ragazzi e ragazze che ogni mattina si recano a scuola! Riteniamo che gli spazi necessari per manifestazioni debbano essere trovate altrove vista la occasionalità ed eccezionalità, senza pertanto creare disservizi a tutti coloro che necessitano di muoversi con mezzi pubblici. Del resto nell’ ultima manifestazione i gazebi montati non erano più di 4 o 5, con conseguente disagio per molti a vantaggio di pochi. L’ amministrazione comunale deve prendere atto che la dignità degli studenti che ogni mattina si alzano alle 6,30 per prendere l’autobus, svolgendo il loro importante compito, deve essere rispettata come quella dell’operatore economico che potrebbe svolgere la stessa attività occupando altri spazi e non quelli adibiti e destinati agli studenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2022 alle 10:35 sul giornale del 11 ottobre 2022 - 552 letture

In questo articolo si parla di politica, fratelli d'italia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/duUR





logoEV
logoEV
qrcode