Nove auto elettriche per Aset: così verranno emesse 10 tonnellate di Co2 in meno ogni anno [FOTO]

3' di lettura Fano 19/09/2022 - Una nuova flotta di auto elettriche a disposizione dei tecnici e di altri componenti dello staff. È quella di cui si è appena dotata Aset Spa, sempre più attenta alle tematiche ambientali e al risparmio energetico. Si tratta di nove auto (sei Dacia Spring e tre Opel Corsa-E), di cui sette già assegnate. Le altre due saranno in dotazione a partire da ottobre.

Le nuove vetture verranno utilizzate dai tecnici del Servizio Idrico Integrato, della Pubblica Illuminazione e del Verde Pubblico, ma anche da personale addetto alla sicurezza, al Sistema di Gestione Integrato e del Laboratorio. Le auto elettriche verranno utilizzate per effettuare sopralluoghi, ma anche per i vari spostamenti all’interno del territorio sia a livello locale sia regionale.

Per Aset Spa la priorità è ridurre il può possibile il proprio impatto sull’ambiente. Grazie alle nuove vetture in dotazione si è infatti stimato che verranno immesse nell’ambiente 10 TonCo2 in meno ogni anno. Il punto di forza delle auto elettriche è che possono essere ricaricate attraverso fonti rinnovabili come il fotovoltaico o il biometano, in modo del tutto indipendente dalle fonti fossili: ridurre sempre di più la dipendenza dalle fonti tradizionali – e dunque più inquinanti – è per la società dei servizi un punto cardine perfettamente in linea con gli obiettivi di transizione ecologica. Per la ricarica delle auto elettriche sono state installate cinque colonnine in via Mattei 17 e una al Depuratore di Ponte Metauro. Il ‘pieno’ è garantito in circa quattro ore. Le colonnine vengono controllate da remoto per monitorarne lo stato e organizzarne l’utilizzo.

L’acquisizione delle nuove auto elettriche rappresenta dunque un piccolo grande passo a vantaggio del pianeta, ma anche un’occasione di risparmio economico per la stessa Aset Spa. L’attuale crisi energetica – che determina anche una certa instabilità dei prezzi - rende complesso poter quantificare tale risparmio, ma nel momento in cui si è valutato l’acquisto delle vetture è stata stimata una riduzione della spesa per il carburante di circa 5mila euro l’anno.

Quel che è certo è che Aset Spa ha deciso di fare sul serio. Lo dimostra il fatto che le nove auto siano state acquistate a titolo definitivo, in quanto se ne prevede un utilizzo di circa dieci anni. Proprio come le vecchie auto così sostitute, vetture di classe Euro 2 ed Euro 3 utilizzate per oltre un decennio. I nuovi mezzi elettrici hanno un’autonomia nominale che varia a seconda del modello (intorno ai 300 km per le Dacia Spring e circa 380 km per le Opel Corsa-E). Tuttavia molto dipende dal driver e dalle condizioni d’uso. Coloro che la utilizzeranno sono stati adeguatamente formati per ottimizzarne l’utilizzo, a riprova della convinzione di Aset Spa dell’importanza di una svolta sempre più ecologica per il proprio parco mezzi.

“Continuiamo a fare scelte in funzione di un impatto ambientale sempre più ridotto – ha spiegato il presidente della società dei servizi Paolo Reginelli -, e nel contempo a migliorare la qualità dei servizi offerti ai cittadini. Aset Spa ha sempre cercato di restare al passo coi tempi ponendo attenzione alle nuove tecnologie. Lo avevamo già dimostrato, di recente, dotandoci di nuove macchine operatrici elettriche. Per Fano è oltremodo qualificante poter contare su un’azienda così attenta all’innovazione e soprattutto alla salute del pianeta”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-09-2022 alle 18:39 sul giornale del 20 settembre 2022 - 836 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, aset, auto elettriche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dqMq





logoEV
logoEV