Al via la nuova stagione del Masetti: giovedì doppia proiezione tra sociale e film di alto livello

3' di lettura Fano 09/09/2022 - Calorosa accoglienza, giovedì sera, per la serata inaugurale della nuova stagione del Cinema Masetti, storico punto di riferimento per tutti i cinefili fanesi. La struttura ha riaperto dopo un’importante ristrutturazione, che l’ha resa più moderna sia dal punto di vista estetico sia a livello di impianti. L’inaugurazione si è svolta attraverso una doppia proiezione. Prima il cortometraggio made in Fano (e Pesaro) dal titolo ‘Nico&Nico’, poi il film ‘Il signore delle formiche’, che ha aperto di fatto la programmazione del Masetti sotto la direzione di Carmine Imparato.

Grande attenzione – e curiosità – da parte del pubblico, che ha omaggiato la riapertura del cinema di via Don Bosco presentandosi in sala per la ‘non-prima’ del corto prodotto da Onstage e Movie Star Production, sostenuto dall’Associazione Genitori Sindrome di Williams e dalla Cooperativa La Sorgente, con la regia di Nicola Anselmi ed Emanuela Giorgi. Nico&Nico è un cortometraggio sorprendente, tecnicamente ben riuscito, e che punta innanzitutto a far conoscere la sindrome di Williams, patologia – o per meglio dire ‘condizione’ – ancora troppo poco nota.

È stato lo stesso Anselmi – che oltre ad aver diretto il corto ha interpretato uno dei due Nico -, raccontando di come tutto sia nato da un’esperienza diretta della sua famiglia: suo cugino è infatti affetto da questa sindrome. “Con lui abbiamo imparato l'importanza di sapere – ha detto -, e con questo corto vogliamo far conoscere la Williams a chiunque avrà modo di guardarlo”. Riconoscere la ‘malattia’ è infatti il primo passo per affrontarla al meglio, garantendo una miglior qualità della vita a chi ne ha affetto così come ai suoi cari. “Attraverso ‘Nico&Nico’ vogliamo dimostrare che tutti possono fare tutto”, ha spiegato il sindaco di Fano Massimo Seri, mentre l’assessore al welfare di comunità Dimitri Tinti ha sottolineato come il cinema dia emozioni e rappresenti un investimento sulla bellezza, rimarcando anche la funzione sociale delle sale cinematografiche, così come dimostrato attraverso la proiezione di un corto di questo tipo. Al termine applausi scroscianti, vuoi per il tema trattato vuoi per la qualità tecnica e recitativa di un cortometraggio che – già prima di giovedì – aveva già calcato palcoscenici importanti tra premi internazionali in qualità di finalista e la stessa piattaforma RaiPlay.

A seguire un buffet all’ingresso del cinema, poi la proiezione de ‘Il Signore delle formiche’, maestoso film in concorso alla 79ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, diretto da Gianni Amelio e che vanta un cast di prim’ordine che comprende tra gli altri Luigi Lo Cascio, Elio Germano e Sara Serraiocco. Con loro l'appena 25enne Leonardo Maltese, del cui talento – senza se e senza ma - sentiremo per forza parlare nei prossimi decenni. Attraverso la vicenda di Aldo Braibanti – intellettuale che negli anni ’60 fu processato per plagio -, Il Signore delle Formiche getta una luce severa ma reale sull’arretratezza culturale e morale di un Paese – il nostro – incapace di accettare il diverso, tutto ciò che è difficilmente incasellabile. Tantomeno l’omosessualità, quell’amore tra persone dello stesso sesso visto colpevolmente come una perversione privata ma anche sociale, e per questo da condannare. Distruggere.

Il lavoro di Amelio è un’opera potente ma delicata, che ostenta amore e odio ma senza permettere a certi sentimenti di conquistare troppo la scena. Un detto e non detto narrativo che non diventa mai troppo violento né troppo smielato, eppure estremamente empatico. Il tutto arricchito da interpretazioni quasi disturbanti - proprio perché efficaci - e raccontato attraverso lunghi primi piani, silenzi, sguardi. Un modo eccellente per inaugurare la nuova stagione del Masetti, dalla vocazione autoriale ma non troppo, pronta a sorprende con un cartellone vario ma dalla forte vocazione culturale.

Foto di Simone Celli e Matteo Marcucci.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 09-09-2022 alle 14:45 sul giornale del 10 settembre 2022 - 386 letture

In questo articolo si parla di cultura, fano, spettacoli, sindrome di williams, cinema masetti, articolo, Simone Celli, nico e nico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/doQz





logoEV
logoEV
qrcode