x

Fano Jazz 2022: sabato Neue Grafik Ensemble alla Rocca Malatestiana

5' di lettura Fano 29/07/2022 - Sabato 30 luglio, l’ultima delle giornate della XXX edizione di Fano Jazz By The Sea, prima del gran finale di domenica 31 alla Golena del Furlo con il concerto di Sona Jobarteh e il passaggio di testimone alla rassegna Terre Sonore, si annuncia particolarmente intensa, con i numerosi appuntamenti sparsi nella città di Live In The City sin dalle ore 18 con il Concerto dal Balcone del Pincio (con Marchin’ Inside Collective) e la partenza, mezz’ora dopo di Fano Jazz Byke The Sea, biciclettata a suon di jazz per le strade del Centro Storico.

Sempre alle 18.30 (ingresso 2 Euro) è in programma all’Ex Chiesa di San Francesco, per la sezione Exodus, la solo performance della violinista Anais Drago. Al Jazz Village, alle 19.30, è invece previsto il concerto dei Satoyama, cui seguiranno alle 23 i Crushed Curcuma.

Sul Main Stage della Rocca Malatestiana (ore 21.15) l’attenzione sarà tutta per il Neue Grafik Ensemble con il leader alle tastiere, Faye Thompson al sax, Jack Banjo Courtney alla tromba, Matt Gedrych al basso e Benjamin Appiah alla batteria. Posto unico: intero 20 Euro; ridotto 18 Euro.

Il ricco programma di Live In The City avrà il seguente svolgimento: ore 18.30 al Maui Bar di Torrette di Fano con NoSauce 4tet; ore 19.30 al Bardan/Degusteria/20.9 di Piazza XX Settembre con il quartetto del pianista Roberto Bachi, al Senza Tempo di Piazza Andrea Costa con Universound e EFF e all’Atelier 54 – Curcuma Caffe di Piazza Costanzi con Dino Gnassi Funky Corporation; ore 21.30 al Caffè Centrale con Rhythm'n jazz duo, alla Piazzetta del Porto con Piero Priori Experience, al Pino Bar con il duo di Francesca Borsini e Lamberto Di Piero, alla Pizzeria Braccino Sassonia con Le Lune di Saturno, all’Hotel Imperial di Ponte Sasso con il trio del chitarrista Thomas Lasca.

Produttore, strumentista e dj con base a Londra, Neue Grafik si è costruito una solida reputazione negli ultimi anni pubblicando dischi con Rhythm Section, 22a, CoOp Presents e Wolf Music. La sua cifra stilistica è una miscela di jazz, house e hip hop; il tutto condito di umori di etnia africana, profumi parigini e l’amore per il broken beat e il grime londinese. ll Neue Grafik Ensemble è nato dopo una jam session al Total Refreshment Centre, la Mecca della nuova scena jazz britannica: dopo una settimana di prove hanno tenuto il loro primo concerto. L’ultimo singolo dei Neue Grafik Ensemble è “Running On A Flame”, dedicato ad Adama Traoré, un uomo di colore morto in circostanze controverse nel 2016, scatenando proteste contro la brutalità della polizia in Francia, e ai neri di tutto il mondo. Una canzone che, nell’anticipare l’album Foulden Road Pt. II, ha un sapore distintivo, trasformando le conseguenze di una ingiustizia in un futuro positivo per le prossime generazioni. Una canzone che è ulteriore testimonianza di come la musica non abbia perso il suo ruolo di sensibilizzazione di anime e coscienze sui problemi che ci circondano.

Anais Drago è una scoperta di Fano Jazz By The Sea: dal suo primo concerto al festival del 2019, la carriera della violinista piemontese è letteralmente decollata, consacrata dalla vittoria nel “Top Jazz 2021” di Musica Jazz come “miglior nuovo talento italiano”. Ora, Anais Drago si ripropone con Solitudo, che è anche il titolo dell’album pubblicato nel 2021 da CAM Jazz. Nell’album, in realtà, la musicista piemontese non è mai sola e così avviene anche sul palcoscenico: grazie all’ausilio dell’elettronica, Anais Drago riesce a estrarre dal proprio strumento, sia in versione acustica che elettrica, nonché dalla sua voce, un’infinità di sfumature, dando vita a una sorta di dialogo con i tanti aspetti della propria sfaccettata personalità artistica. Legati saldamente uno all’altro, per quanto diversi tra loro, i brani di Solitudo rivelano anche le numerosissime influenze musicali di Anais Drago, la quale annovera nel suo background esperienze di studio ed esecuzione di musica classica e barocca, folk, world music, pop, progressive rock, fusion e, ovviamente, jazz.

Attivi dal 2013, i Satoyama nascono dall'unione di quattro musicisti dai background differenti (Luca Benedetto, tromba e tastiera, Christian Russano, chitarre, elettronica, Marco Bellafiore, contrabbasso, elettronica, Gabriele Luttino, batteria, glockenspiel, elettronica) con l'obiettivo di creare una musica di confine, ricca di svariate influenze e suggestioni, rendendo difficile l'etichetta di genere. Jazz, contemporanea, musica classica, musiche tradizionali, ambient, soundtrack music, rock ed elettronica: il gruppo cerca, attraverso le singole personalità, il modo di far convivere tutto ciò e di creare una musica più sincera possibile. Nel 2020, appena prima dello scoppio della crisi pandemica del COVID 19, il quartetto piemontese ha compiuto un tour in Russia, dopo aver vinto un bando SIAE al quale ha partecipato con il sostegno di Fano Jazz Network.

I Crushed Curcuma sono nati come duo, Mattia Rodighiero e Nicola Tescari, facendo musica con una tastiera, un sax e delle scatolette elettroniche. Nel 2019 esce per Kono Dischi il primo disco, Tinval. Nel 2021 registrano le musiche per il video “Luria” di Annalisa Zegna e Aaron Inker che viene presentato nel novembre dello stesso anno. Al momento sono al lavoro per la pubblicazione del nuovo album. La loro musica unisce da sempre ritmi elettronici urbani e visioni psichedeliche.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2022 alle 11:03 sul giornale del 30 luglio 2022 - 173 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Fano Jazz by the sea, fano jazz, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dipP





logoEV
logoEV
qrcode