SEI IN > VIVERE FANO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Mondolfo: interrogazione dei consiglieri Cecarini e Mancini sugli interventi previsti per la viabilità del quartiere di Piano Marina.

2' di lettura
229

La consigliera Cecarini e il Consigliere Mancini hanno depositato un’interrogazione per sapere quali interventi intende prendere l’amministrazione rispetto alla situazione della viabilità del quartiere di Piano Marina.

In 6 anni di amministrazione Barbieri per il quartiere di Piano Marina nulla è stato fatto, a parte l’istallazione della cabina telefonica con i libri e a breve lo sgambatoio per cani. Lo stato delle strade e delle viabilità è dissestato e dopo i lavori per la fibra anche peggio. Quello che ci preoccupa in particolare è la sicurezza dei pedoni e dei ciclisti, infatti via Gagarin, che è la via di raccordo tra la parte Nord e Sud del quartiere manca di marciapiede, di parcheggi segnalati, rendendo il passaggio pedonale molto pericoloso, situazione che si aggrava con la pioggia, poiché il manto in molti punti è rovinato e favorisce il ristagno d’acqua.

A questo si aggiunge il fatto che la pista ciclabile non mette in connessione le due zone, sia dalla parte di via Gagarin che nella zona di prosecuzione della pista ciclabile “Mondolfo AirField”. Anche la segnaletica delle piste ciclabili non è più visibile, poiché la vernice sull’asfalto è ormai scolorita e usurata, al punto che vengono utilizzate come parcheggio auto, in particolare nell’area vicina al campetto davanti alle scuole, rendendone estremamente pericoloso il transito.

Piano Marina è un quartiere in espansione, molto frequentato che ha bisogno di maggiore sicurezza e di un’attenzione maggiore al benessere dei cittadini. Purtroppo sono sempre rari gli interventi nel quartiere e anche nel periodo estivo viene spesso dimenticato, per cui, come altre periferie, riteniamo debba essere considerato ed inserito nella programmazione di eventi e iniziative. Ripensare spazi e luoghi di aggregazione è fondamentale perché crea un senso di comunità e appartenenza, favorisce il dialogo intergenerazionale e previene situazioni di disagio ed emarginazione. Chiediamo quindi che l’amministrazione si impegni fin da subito per garantire in primis la sicurezza e riconosca alle periferie la dignità che meritano anche nella programmazione di interventi socio-culturali.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2022 alle 10:48 sul giornale del 27 luglio 2022 - 229 letture






qrcode