Il Psi replica al Pd: "I dem confabulano con il centrodestra e vuole passare Aset nell'orbita di Acea" della romana Acea"

3' di lettura Fano 07/07/2022 - Prendo atto che il PD che nottetempo confabula con il Centrodestra su Fano e dintorni permane nella convinzione di passare ASET all’orbita della romana Acea. Forse gli manca qualche dettaglio sulla strategia di quella società e ben farebbero ad informarsi leggendo una inchiesta dell’Espresso in edicola non certo a firma del Psi.

Osservo che è vero che la mozione e a cui si riferiscono è passata con voto unanime in consiglio comunale ed è su quella mozione che sono fissati i paletti di un possibile accordo di collaborazione: maggioranza pubblica. Il PD scorda invece, ma questa dimenticanza è voluta evidente perché la firma è di quel PD che ha votato con Mascarin, la Lega 5 Stelle e Fratelli d’Italia, una mozione molto diversa e volutamente liquidatoria di ASET dove un altro PD, quello del Vicesindaco e di altri consiglieri del PD, ha sostenuto un Aset libera e Pubblica interpretando il pensiero di crescita ed una visione di sviluppo dei sindacati, dei cittadini ed a tutela dei dipendenti.

Il PD però non risponde al tema politico (qui la nota dem, ndr) che i socialisti hanno posto sulla strategia provinciale dei servizi e dei beni pubblici confermando ancora di ancorare Fano ad una visione costretta e limitata, come se fosse un quartiere, e non la terza città delle Marche. Dimostrano con la cronistoria di avere una lunga memoria sul breve ma cadono in un evidente strabismo politico che debbono giustificarlo ai cittadini: perché va bene una Sanità Pesaro dipendente con un Ospedale a Muraglia e una Fano ferita nel valore più alto della tutela della salute non va bene una ASET-MMS con Sede a Fano con tutele dei flussi finanziari, sviluppo economico e gestione di attività? Cito questo esempio, come si dice da letteratura, per meglio leggere come le strategie politiche, in questo caso, non sono frutto di visioni che maturano nell’interesse generale della Citta e dei cittadini ma di logiche interne di partito. Siamo ben consapevoli che le divisioni non aiutano a risolvere le questioni ma in questo caso uno sforzo di riflessione che rimetta al centro gli interessi della Città siano necessari e che MMS ha indiscutibilmente un valore strategico più importante di ACEA - CAVALLARI E FERONIA.

Aggiungo anche che questo è un sano dibattito necessario per la Città come è necessaria una forte manifestazione amministrativa che revochi le proposte uscite dall’ interpello e, per quanto a conoscenza, non condivise e sottoscritte, nella formulazione finale, dai tecnici che ben conoscono il valore della filiera del rifiuto. Come Socialisti ci sentiamo impegnati a tutelare Fano e la sua capacità di produrre sviluppo e sistema nel territorio, siamo anche consapevoli che non sarà un opera solitaria ma la faremo con chi, in questa politica strabica, non vuol rischiare il futuro: gli operai, i tecnici, l’Azienda Aset ed i cittadini






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-07-2022 alle 22:37 sul giornale del 08 luglio 2022 - 189 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Partito Democratico Fano, psi fano, digestore, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/deSv