Psi: "Rafforzare il territorio e ridurre gli ambiti sociali"

partito socialista italiano 2' di lettura Fano 01/07/2022 - “I socialisti auspicano che la Giunta Regionale dia un segnale forte e rapido sulle questioni della sanità. Non è più accettabile un territorio come le Marche abbia 13 distretti sanitari e 23 Ambiti Sociali. Questo fatto degli ambiti è ancora più grave se ancora, alla data del 1° giugno, non si è riusciti ad approvare in ben 11 ambiti il Piano Sociale”

Sono queste le prime considerazioni di Aldo Scalera – coordinatore del PSI di Fano- svolte nell’ambito di un incontro con le associazioni del terzo settore con cui il PSI prosegue il confronto dopo il convegno di studio organizzato il mese di maggio a Fano. La preoccupazione è evidente insieme ai tentativi di fuga in avanti che, talora, qualcuno mette in atto nonostante che alla Conferenza dei Sindaci ad Urbino il Presidente della Giunta Regionale abbia elencato la scaletta delle azioni che porterà a settembre la approvazione del nuovo piano sanitario e sociale che accoglie, in parte, anche le idee del PSI in particolare la riforma dei 13 ambiti sociali, pari ai distretti sanitari con la presenza , finalmente, nel governo territoriale del Direttore della Integrazione Socio Sanitaria: vero strumento di gestione e progetto delle disabilità e della inclusione delle persone fragili.

Nel suo intervento Tiziano Busca ha sottolineato che “gli ambiti sociali mostrano oggi le grandi difficoltà del sistema perché la fragilità organizzativa e il diverso modello di gestione evidenziano incapacità organizzative e gestionali insieme alla incapacità a reggere un nuovo modello di welfare territoriale che dopo i tragici eventi pandemici necessità di una forte integrazione sociosanitaria. Questo accade anche laddove si alzano cortine fumogene con comunicati in cui si elencano grandi risultati ma poi, nella vera lettura degli stessi, ci si accorge che la sostanza delle risorse è andata su altri Comuni; abbiamo condiviso il risultato degli altri ma Fano è sempre più povera. Una ragione in più, questa, per lavorare sulla costituzione della Unione dei Comuni come a Pesaro per dare maggiore centralità alle politiche dei Consigli Comunali con lo sviluppo di risorse che debbono integrarsi e rafforzarsi con quelle del terzo settore che sono titolari di un ruolo essenziale ed imprescindibile nonché garanti di equità anche nell’entroterra sempre più povero di opportunità.”

I socialisti di Fano nei prossimi giorni chiederanno incontri ai Sindaci dell’Ambito per illustrare le loro proposte sul tema e si rivolgeranno anche ai Consiglieri Regionali eletti nella Città perché operino con una immediata direttiva alla omogenizzazione del modello di gestione e della governance, sospendendo, anche alla luce del recente decreto ministeriale n.77 ogni intervento di riforma del territorio non conforme al modello regionale ed alle linee guida del PNRR.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-07-2022 alle 09:33 sul giornale del 02 luglio 2022 - 182 letture

In questo articolo si parla di politica, partito socialista italiano, psi bettona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddNb