Arrestata dai carabinieri la banda che riforniva di sostanze stupefacenti tutto il litorale marchigiano

2' di lettura Fano 01/07/2022 - Dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Ancona sono indagate, a vario titolo, 9 persone, di queste 5 italiani e 4 albanesi residenti nelle province di Ancona, Pesaro Urbino, Firenze e Pescara

Hashish, marijuana e cocaina, tra le sostanze trovate e sequestrate dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Ancona. Nelle prime ore di venerdì hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare personale e reale emessa dall’ufficio G.I.P. di Ancona, su richiesta della locale Procura, a conclusione di un’attività d’indagine svolta nel periodo gennaio – settembre 2021, nei confronti di un sodalizio criminoso dedito al traffico di sostanze stupefacenti.

In particolare l’indagine vede indagate, a vario titolo, 9 persone, di queste 5 italiani e 4 albanesi residenti nelle province di Ancona, Pesaro Urbino, Firenze e Pescara.

L'attività dei carabinieri ha permesso di ricostruire una corposa quantità di casi di spaccio di varie sostanza, anche con quantità importati di droga, facendo supporre agli inquirenti che la banda fermata fosse la principale fonte di sostanze della riviera marchigiana, in un territorio che va da San Benedetto del Tronto a Pesaro.

La misura cautelare in carcere è stata eseguita nei confronti di un 27 enne albanese, residente nella provincia di Ancona, al quale, in virtù dell’ordinanza di applicazione di misura reale, vista la sproporzione tra i redditi dichiarati e la ricchezza posseduta. Erano ben 4 i Rolex che il giovane sfoggiava al polso e 5 le proprietà immobiliari possedute nel pesarese.

Nel corso delle investigazioni si è proceduto anche all’arresto in flagranza di altre 5 persone, nonché all’esecuzione di un fermo di indiziato di delitto e di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere ed al sequestro di 2.9 kg di cocaina, 57.5 kg di marijuana, 3.5 kg di hashish, 1255 piante di cannabis, una pistola clandestina marca walther con 7 cartucce e circa 124.000 euro.

Tra i casi più significativi l'arresto di un 66enne anconetano con 2,726 kg di marijuana e 1 kg di cocaina e il ritrovamento a Jesi di una serra all’interno di un capannone industriale dove veniva coltivata marijuana. Sequestrate 1.255 piante di marijuana per 7,825 kg di marijuana, 837 grammi di cocaina, una pistola Walther, la somma di 117.730 euro e attrezzatura varia. In Ancona era anche rinvenuto in un’area boschiva nei pressi dell’ospedale Torrette di Ancona e sottoposto a sequestro, un involucro contenente 110 grammi di sostanza del tipo cocaina, circa 1 kg di marijuana, 500 grammi di hashish.

Durante l’esecuzione delle perquisizioni è stato arrestato anche un 27enne di Fano a cui sono stati rinvenuti circa 200 gr di marijuana e vario materiale per il confezionamento dello stupefacente.


Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 01-07-2022 alle 16:12 sul giornale del 02 luglio 2022 - 1332 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddRK