SEI IN > VIVERE FANO > CULTURA
comunicato stampa

"Eutopia. Più saggi con i classici", dal 23 aprile al 14 maggio la V edizione

6' di lettura
227

Il prossimo 23 aprile prenderà il via la quinta edizione di Eutopia. Più saggi con i classici, la rassegna dedicata al dialogo tra antichità e contemporaneità, frutto di una fortunata e feconda collaborazione tra Comune di Fano (l'Assessorato alle Biblioteche con il Sistema Bibliotecario e l'Assessorato alla Cultura e ai Beni Culturali con Museo Archeologico e Pinacoteca del Palazzo Malatestiano di Fano), il Liceo Nolfi-Apolloni di Fano (rappresentato dalle docenti Greta Gaspari e Agnese Giacomoni e dall'ex-alunna Bianca Belogi) e i tre giovani e brillanti ideatori dell’iniziativa (Edoardo Liccio, Eugenio Peroni, Eleonora Tonelli), i quali, sebbene ormai ex-alunni del liceo classico fanese e attualmente studenti universitari, ne restano i veri protagonisti e animatori.

Se l’anno scorso gli eventi e le attività ruotavano attorno al motivo della Speranza, quest’anno il tema scelto è Rac-conto. Contare e raccontare a partire dai classici. I libri selezionati per essere presentati alla città prendono infatti spunto dal mondo antico, dalle sue perturbanti narrazioni mitiche (come l’Ippolito di Euripide), dai rendiconti economici ufficiali d’età periclea e dalle tecniche di persuasione insite nell’arte retorica greca del periodo classico, ma finiscono poi per approdare alla dimensione contemporanea, consentendo affascinanti incursioni nel nostro presente.

Una rassegna come Eutopia. Più saggi con i classici dimostra quanto sia importante il dialogo tra Istituzioni come il Comune e la Scuola. Biblioteche e Museo della città aderiscono da anni alla proposta nata dalla passione di studenti e docenti del Liceo Nolfi Apolloni di Fano ed insieme a loro ne stanno facendo una proposta culturale di prestigio e continuativa del calendario di eventi della nostra città. La convinta adesione da parte del Comune nasce dall'intento di promuovere e valorizzare i patrimoni, quelli materiali, come i beni archeologici della nostra città, e quelli immateriali come la lingua italiana e l'amore per la conoscenza.

Ad aprire la rassegna sarà una visita molto speciale il 23 aprile alle 17:00 (prenotazione obbligatoria) dal titolo “Riti e Miti” presso la Sezione Archeologica del Museo Archeologico e Pinacoteca del Palazzo Malatestiano di Fano: sarà un intrigante percorso di scoperta all’interno della sezione archeologica del museo per scoprire insieme storie e racconti nascosti tra i preziosi reperti in mostra: un’immersione ricca di spunti di riflessioni nella mitologia classica per dipanarne i legami con il rito e la vita quotidiana nel mondo antico.

La novità assoluta di questa edizione è la presenza di una mostra di illustrazioni tratte dal libro “Ippolito. La tragedia dell'amore” pubblicato da RueBallu nel 2021 con le suggestive tavole di Emanuela Orciari.

Come possiamo rendere affascinante la tragedia greca agli occhi di chi non la conosce? Come possiamo coinvolgere i giovani in una narrazione seppur lontana ancora presente e ricca di spunti narrativi, insegnamenti e letture?

Ha avuto coraggio la casa editrice Rueballu proponendo "Ippolito. La tragedia dell’amore" di Euripide, con le incantevoli illustrazioni di Emanuela Orciari. Ha avuto coraggio e ha dimostrato un grande amore verso la tragedia, quella narrazione che ancora oggi ci appartiene anche se tende a sfuggirci dalle dita, proprio come vuole dimostrare la rassegna "Eutopia". Audacia a proporre un libro così curato nei dettagli, dalla carta al carattere fino a ogni colore che ammiriamo nei disegni; impegno per proporre una tragedia così estrema ai più giovani oggi affascinati da mille linguaggi, per aiutarli a riscoprire Ippolito e la sua storia. La mostra sarà visitabile dal 27 aprile al 14 maggio; l'inaugurazione del 27 aprile alle ore 18:00, coinciderà con la presentazione del libro “Ippolito. La tragedia dell'amore” che si terrà alla presenza dell'illustratrice a dialogo con Stefano Franceschetti, docente all'Accademia di Belle Arti di Urbino e la classicista Bianca Belogi. Un racconto molto difficile quello dell'Ippolito di Euripide, ma che affascina e

Il 3 maggio alle ore 18:00, il professor Daniele Marginesu, Università di Sassari, presenterà, accompagnato dalla professoressa Agnese Giacomoni, il volume "I Greci e l’arte di fare i conti" (Einaudi 2021): “La tesi di questo breve saggio è molto semplice”, scrive Daniele Marginesu nella prefazione di questo suo nuovo libro: “i Greci dei tempi di Pericle resero l’uso del denaro qualcosa di molto simile a un’arte, informandolo a principî improntati ad alcune leggi elementari e a una buona dose di etica e di estetica condivise. La loro antica lezione può forse servire da esempio anche oggi, ai contemporanei che accusano la presenza sempre piú invasiva di una finanza astratta, disumana e incomprensibile. Nella percezione corrente, l’economia del mondo antico assomiglia ancora a un regno favoloso, sul quale spesso sono state proiettate utopie, prima fra tutte quella dell’assenza di logiche “capitalistiche” di profitto. Tale immagine ideale sta tuttavia cedendo di fronte a un’evidenza sempre piú comprovata: è proprio sul suolo ateniese, nel v secolo a. C., che si sarebbe formato il nucleo genetico della finanza, di una consapevole gestione del denaro, soprattutto – ma non solo – nell’amministrazione pubblica”.

La rassegna si concluderà il 14 maggio con la presentazione alle ore 18:00 del volume "L’arte della persuasione. Marketing della politica e retorica greca" (Francesco D’Amato editore 2020): l'autore, il professor Michele Rosco dialogherà con la professoressa Agnese Giacomoni. Un libro che ci porta ad affrontare a un'altra modalità di racconto per poter contare... Esiste un'arte della persuasione per il demos contemporaneo? Tra i tanti motivi di crisi della democrazia, c'è anche quello della costruzione del consenso in epoca di disintermediazione, di comunicazione sulla rete e sui social, di diffusione inquietante di fake news e di odio. Eppure in Grecia, duemilacinquecento anni fa, era nata una teoria della persuasione politica basata sul logos, sulla conoscenza, ma anche sulle emozioni e sulle virtù del politico: la retorica.

L’iniziativa, ideata e promossa da ex-studenti e docenti del Liceo Nolfi-Apolloni e organizzata grazie al Comune di Fano, consente di apprezzare il duplice ruolo giocato da questa istituzione fanese: essa non si limita infatti ad istruire, ricoprendo quella che è la sua funzione primaria, ma riveste anche un importante ruolo culturale, dato che da essa si irradiano valide proposte nella città e per la città.

"La rassegna Eutopia. Più saggi con i classici" - ha dichiarato il preside Samuele Giombi -"che in questi due ultimi anni il Liceo Nolfi-Apolloni, nonostante le forti limitazioni dovute al Covid-19, ha tenacemente mantenuto viva - peraltro assieme a tante altre progettualità - riflette una profonda convinzione, che si traduce in costante impegno e ricerca: i valori ereditati dai classici sono più che mai fecondi e “permangono” nel mondo attuale, nonostante le inevitabili metamorfosi provocate dal trascorrere del tempo".

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti. Gli accessi saranno organizzati in base alla normativa sanitaria in vigore.

Per partecipare agli incontri alla Mediateca Montanari è obbligatoria la prenotazione: 0721 887834 o memoinfo@comune.fano.pu.it

Per partecipare alla visita accompagnata alla Sezione Archeologica è obbligatoria la prenotazione: 0721 887845-847 o museocivico@comune.fano.pu.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2022 alle 16:09 sul giornale del 21 aprile 2022 - 227 letture






qrcode