M5S: "Arretramento ferrovia, evitiamo lo scempio di Fosso Sejore e assicuriamo la vivibilità delle città costiere"

arretramento ferrovia 2' di lettura Fano 10/04/2022 - Ruggeri e Mazzanti dei 5 Stelle sul progetto di arretrare la ferrovia Adriatica: «Basta polemiche, servono invece il gioco di squadra e il rispetto dell’ambiente» «Insistere nelle polemiche non risolverà i problemi, anzi alimenterà un clima di attriti e diffidenze, che è l’esatto contrario di quanto serva per ottenere risultati a vantaggio di tutto il territorio in merito all’arretramento della ferrovia adriatica».

Appello di Marta Ruggeri, capogruppo dei 5 Stelle in consiglio regionale, e di Tommaso Mazzanti, capogruppo in consiglio comunale a Fano, per evitare che «decisioni di portata storica» si perdano nel battibecco politico tra le parti. «Un progetto del genere – proseguono Ruggeri e Mazzanti – deve essere realizzato nell’interesse della comunità e non di una singola realtà, quindi il primo passo è coinvolgere i Comuni della costa e, in concorso con la Regione, adottare una linea condivisa, che permetta di trattare con il Ministero da una posizione di maggiore forza e che assuma due principi base: l’utilità diffusa, appunto, e la sostenibilità ambientale».

Proseguono: «Non è possibile che solo Pesaro si avvantaggi dall’arretramento della linea ferroviaria, mentre altri Comuni dovranno continuare a convivere con l’attuale barriera urbanistica rappresentata dalla tratta e, in un prossimo futuro, anche con il disagio ulteriore provocato dal potenziamento del trasporto merci. Entro il 2030 sulla dorsale adriatica è infatti previsto il passaggio di quasi 180 convogli al giorno, uno ogni 8 minuti. Si deve evitare inoltre che il progetto abbia un impatto devastante su luoghi di elevato pregio ambientale come Fosso Sejore».

La conclusione è che «solo sulla base di questi criteri il progetto di arretrare la linea ferroviaria Adriatica si configurerebbe come una vera occasione per il nostro territorio». Ecco perché Ruggeri e Mazzanti auspicano «una mobilitazione vasta e trasversale, dagli enti locali fino ai rappresentanti del territorio nei palazzi romani, affinché vengano reperite ulteriori risorse per un progetto di portata complessiva che possa assicurare la vivibilità delle città costiere, scongiurando anche la necessità delle barriere antirumore».

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2022 alle 10:29 sul giornale del 11 aprile 2022 - 395 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, pesaro, arretramento ferrovia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cZaO





logoEV