Efficientamento energetico, Illuminazione pubblica e fotovoltaico, M5S, "Troppo poco è stato fatto"

3' di lettura Fano 24/03/2022 - Vi raccontiamo una favola. Era il lontano 2009 e quei quattro Amici di Beppe Grillo si presentarono alla competizione elettorale per la prima volta come Lista Civica Fano a Cinque Stelle e sognavano di migliorare e rendere più vivibile la nostra bellissima Città di Fano.

Nel mese di dicembre 2009 facemmo una conferenza stampa su Fotovoltaico e LED e presentammo alcune proposte per installare sui tetti dei fabbricati di proprietà comunale e non solo, per esempio la Scuola Elementare F. Corridoni (ricordiamo ancora quanta difficoltà avemmo per avere i dati dei consumi energetici di quella ed altre strutture comunali, e ricordiamo ancora che ci sentivamo dei marziani quando affrontavamo certi argomenti), e proponemmo anche la sostituzione dell’illuminazione pubblica comunale. In un’interrogazione presentata, dove chiedemmo del perché della mancata presentazione di domande per contributi da parte della Regione Marche per lo sviluppo delle energie rinnovabili, ci sentimmo rispondere dall’allora Assessore competente che “a volte i bandi possono sfuggire” (dopo 13 anni la situazione non è migliorata di molto …).

Facciamo un salto di quasi 13 anni tralasciando il quasi nulla fatto da questa amministrazione e da quelle precedenti, e finalmente qualcuno ricomincia ad affrontare il problema. L’assessore Brunori nei mesi scorsi in una conferenza stampa ha affermato che sull’illuminazione “Fano mette il turbo” e che verranno riqualificati 43 punti luce e ne verranno predisposti 4 nuovi, in pratica una goccia in un mare visto che l’ASET gestisce più di 13.000 punti luce sui circa 300 km di strade comunali, una politica lungimirante avrebbe fatto sì che tutti i punti luce fossero stati già sostituiti.

A noi non sembra che Fano abbia messo il turbo ma anzi in questi anni possiamo affermare che dal punto di vista del miglioramento energetico l’amministrazione Comunale prosegua a rilento, qualche impianto fotovoltaico qua e là, e la sostituzione dei punti luce con illuminazione a LED appunto di questo passo verrà terminata tra qualche decennio, per non parlare dell’efficientamento energetico degli immobili di proprietà comunale in pratica pari a zero. Altro che “turbo” stiamo procedendo a “pedali” (magari lo facessimo tutti anche per accompagnare i figli a scuola o per andare a lavorare). Immaginate solo quanto avremmo risparmiato in questi 13 anni (e questi risparmi si sarebbero potuti utilizzare per esempio nel miglioramento della rete idrica o nel miglioramento della raccolta differenziata) se l’ASET su stimolo del suo socio di maggioranza avesse provveduto a sostituire tutta l’illuminazione pubblica ed installato impianti fotovoltaici con un piano che non aveva bisogno del “turbo” ma semplicemente di un “mosquito” (adesso parleremmo di E-bike o E-Mtb …).

Nel frattempo invitiamo l’assessore a farsi un giretto in bici dopo il tramonto (o se preferisce in e-bike) su Via Metauro o in qualsiasi viale alberato della città non appena gli alberi avranno di nuovo la chioma ripiena di foglie, così potrebbe notare che oltre all’illuminazione vecchia ed energivora, vedrebbe alcuni lampioni immersi nelle chiome degli alberi che non illuminano la strada e la pista ciclopedonale ma le foglie e sia la strada che la pista ciclopedonale sono immerse nel buio. Infine oggi leggiamo che la Consigliera Comunale che ha la delega all’efficientamento energetico dichiara che bisogna “attuare subito il piano”, ci viene semplicemente da dire che è ora passata, anzi vorremmo chiederle cosa ha fatto da quando ha la delega, ricordandole anche che il Consiglio Comunale ha approvato la Mozione “Clima” a fine settembre 2020 dopo un anno di gestazione, da allora …. nulla!

Quanti dei 435.000€ che come Comune di Fano andremo a spendere di più fino ad oggi (prossima variazione di bilancio che verrà portata in Commissione domani e nel prossimo Consiglio Comunale del 29/03) si sarebbero potuti risparmiare con un minimo di lungimiranza?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2022 alle 12:06 sul giornale del 25 marzo 2022 - 168 letture

In questo articolo si parla di politica, Movimento 5 Stelle, M5S, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cUFv





logoEV
logoEV