Mondolfo: sabato l'inaugurazione del Bastione Sant'Anna

2' di lettura 20/03/2022 - È prevista per sabato 26 marzo alle ore 10 l’inaugurazione del Bastione S.Anna, in occasione delle Giornate FAI di primavera, con gli Apprendisti Ciceroni dell’ICS Fermi che faranno da guida ai visitatori.

Ad annunciare l’importante evento il sindaco Nicola Barbieri, l’assessore ai lavori pubblici Filomena Tiritiello e il consigliere comunale con delega alla cultura Even Mattioli. Mondolfo recupera così uno dei suoi luoghi storici più suggestivi, rimasto inaccessibile per lunghi decenni, che dopo complessi restauri tornerà nella disponibilità della comunità. È, infatti, ormai terminato l’ampio stralcio di lavori condotti nei locali posti lungo le mura castellane nel tratto fra Via Genga, Via Mazzini e Via Vandali. Costruito all’indomani dell’assedio di Mondolfo del 1517, il Bastione S.Anna ha visto un fondamentale intervento di miglioramento sismico che ne consente ora la riapertura con una prima serie di locali sotterranei, collegati anche alle cantine di quello che fu il monastero benedettino insediatosi sopra lo spazio del bastione.

L’intervento è stato realizzato dal Comune di Mondolfo, grazie alle fondamentali risorse messe a disposizione dalla Regione Marche alle quali si è aggiunto il contributo della Fondazione Carifano e i fondi del bilancio comunale, per un importo totale dell’intervento di circa 340.000 euro. I lavori hanno permesso il ripristino dell’ingresso da Via Genga e, al contempo, favorito il collegamento con il Giardino Martiniano posto nello spiazzo superiore del bastione, caratterizzato dalla ben nota architettura dell’elegante limonaia. Il restauro, avvenuto sotto la supervisione della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le provincie di Ancona e Pesaro-Urbino insieme all’ufficio tecnico comunale, consentirà di poter finalmente utilizzare una prima parte degli spazi ipogei. Nell’occasione l’Amministrazione comunale ha voluto dedicare l’allestimento delle sale al progetto interregionale di “Terre Martiniane” di cui Mondolfo è capofila, con una mostra dedicata al genio del rinascimento Francesco di Giorgio Martini, e contenuti curati dall’ufficio cultura in collaborazione con Alessandro Berluti.

Inoltre, nelle sale interne sarà proiettato in anteprima un suggestivo video projection mapping, realizzato dallo studio dmpconcept, con la voce dell’attore Luca Violini e le musiche originali di Roberto Lucanero. Il Bastione S.Anna diventa così luogo per attività culturali nell’ambito dei Musei civici cittadini a cui è organicamente collegato, ampliando altresì l’offerta di uno dei Borghi più Belli d’Italia con nuove potenzialità per residenti e turisti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2022 alle 17:10 sul giornale del 21 marzo 2022 - 186 letture

In questo articolo si parla di attualità, mondolfo, comune di mondolfo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cTCh