Crisi Ucraina, le procedure da seguire da parte dei profughi e delle persone intenzionate ad ospitarli

1' di lettura Fano 18/03/2022 - In tata odierna, presso la Questura di Pesaro e Urbino, si è tenuta una conferenza stampa nel corso della quale il Dirigente dell’Ufficio Immigrazione Commissario Antonio De Falco, allo scopo di agevolarne la diffusione fra gli interessati, ha fornito importanti informazioni circa l’organizzazione messa in campo dalla Polizia di Stato per la gestione delle pratiche per l’accoglienza dei tantissimi cittadini ucraini che, in fuga dai noti fatti bellici, sono approdati in questa Provincia, o vi giungeranno nei prossimi giorni.

Sino a questo momento, infatti, 654 cittadini ucraini hanno raggiunto la Provincia di Pesaro e Urbino, dei quali 420 tra Pesaro e Fano e si prevedono ulteriori consistenti arrivi anche per il periodo a seguire. Si tratta principalmente di donne, persone anziane e minori, accolti nella maggior parte presso famiglie del posto, che nell’ambito della vasta rete di solidarietà da subito attivatasi, hanno manifestato la loro disponibilità.

Per i cittadini ucraini in questione, così come per le persone intenzionate ad ospitarli, risulteranno estremamente utili le informazioni sulle procedure da seguire ai fini dell’accoglienza., oggetto dell’odierna conferenza stampa.

Le informazioni in questione sono disponibili sulla pagina del portale web della Questura di Pesaro e Urbino, dedicata alla c.d. “emergenza Ucraina”.

A tale proposito si allega il QR Code che consente, mediante l’utilizzo di uno smartphone, di accedere direttamente alla succitata pagina. E’ inoltre possibile accedere a quest’ultima anche digitando il seguente link:

https://questure.poliziadistato.it/it/PesaroUrbino/articolo/24096232e5faf105e118365835

Allegato in PDF.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-03-2022 alle 15:36 sul giornale del 19 marzo 2022 - 243 letture

In questo articolo si parla di attualità, questura di pesaro e urbino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cTfv