Ucraina, 75 famiglie pronte all’accoglienza nella Diocesi di Fano

1' di lettura Fano 12/03/2022 - Al 10 marzo risultano già 75 le disponibilità delle famiglie residenti ad accogliere, nelle proprie case, profughi provenienti dall’Ucraina, raccolte finora dal centralino del nucleo emergenza attivato martedì scorso dalla Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola.

30 gli alloggi messi a disposizione nel solo comune di Fano. Oltre 160 chiamate sono arrivate al numero dedicato in poco più di una settimana dalla sua attivazione: disponibilità di alloggi; offerta di beni e di volontariato; richiesta di informazioni, ma anche segnalazioni di accoglienze già in essere e richieste per reperire alloggi entro breve tempo per chi è in viaggio. In questi giorni Caritas si occuperà di censire gli alloggi privati disponibili che possono essere destinati all’accoglienza, a cui si aggiungono gli spazi messi a disposizione da parrocchie e istituti religiosi della Diocesi.

Un’altra importante azione sarà quella di incontrare le famiglie che richiedono alloggio per conoscere i loro bisogni e poter procedere a realizzare degli ingressi che siano rispondenti alle esigenze. Ci ha profondamente colpito la solidarietà di così tanti cittadini privati che hanno contattato il centralino per offrire ospitalità, aprendo le porte delle proprie case al prossimo.

Prosegue poi la duplice raccolta fondi avviata per supportare gli interventi umanitari in Ucraina e nei paesi vicini (causale: Europa/Ucraina) e per sostenere le accoglienze che si stanno attivando qui nel territorio (causale: Quaresima 2022), tramite l’IBAN della Fondazione Caritas Fano: IT15X0521624310000000012938.

Per informazioni: info@caritasfano.net; 391/1485502






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-03-2022 alle 10:32 sul giornale del 14 marzo 2022 - 717 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, Diocesi di Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cREq





logoEV
logoEV
qrcode