Corinaldo: processo Lanterna Azzurra. La difesa, "Il fuggi fuggi provocato dal fumo scenico, non dallo spray urticante"

1' di lettura Fano 11/03/2022 - Si è tenuta giovedì 10 marzo presso il Tribunale di Ancona l'udienza di Appello per i 6 giovani imputati nel processo della Lanterna Azzurra di Corinaldo, per aver spruzzato spray urticante nel locale nella notte tra il 7 e l'8 dicembre 2018, provocando poi il fuggi fuggi con il crollo della balaustra che provocò la morte di 5 ragazzini e di una mamma.

La difesa dei sei ragazzi, soprannominati "la banda dello spray" ha insistito su due aspetti che ritiene le reali cause che hanno portato alla strage. Secondo i legali, il fuggi fuggi che provocò le sei vittime e centinaia di feriti, fu causato non dallo spray ma dal fumo scenico di un apparecchio malfunzionante, macchinario ritrovato solamente un mese dopo i fatti.

I legali hanno puntato il dito anche contro quello che sarebbe stato il mancato rispetto delle norme di sicurezza nel locale. Gli avvocati difensori ritengono anche infondate le accuse di associazione a delinquere e omicidio preterintenzionale. La sentenza per i sei componenti della 'banda dello spray', già condannati in primo grado tra i 10 e i 12 anni di reclusione, è fissato per il 17 marzo.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano





Questo è un articolo pubblicato il 11-03-2022 alle 20:49 sul giornale del 12 marzo 2022 - 1101 letture

In questo articolo si parla di cronaca, corinaldo, articolo, lanterna azzurra, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cRBA





logoEV
logoEV