SEI IN > VIVERE FANO > POLITICA
comunicato stampa

Serfilippi (Lega): al lavoro per scongiurare la riduzione del servizio di guardia medica di Fano e Mondolfo

2' di lettura
222

“Il rischio chiusura delle guardie mediche è solo uno dei tanti problemi ereditati dalla mala gestione del PD. La Lega in Regione sta cercando di rispondere con i fatti anche intervenendo sulla normativa che prevede l’incompatibilità tra medici di base e medici di continuità assistenziale.

Alcuni esponenti del PD fanese e il sindaco Seri invece continuano ad alzare la voce sulla sanità territoriale, come mai non hanno strillato affatto quando le giunte di sinistra smantellavano la sanità pubblica, segnando il destino del Santa Croce di Fano con il loro consenso, visto che avevano dato l’ok all’ospedale unico a Pesaro? Il centrodestra, invece, investe milioni per riqualificare il Santa Croce che avrà la sua autonomia e per potenziare la medicina del territorio di tutta la vallata del Metauro e del Cesano”.

Lo evidenzia Luca Serfilippi, consigliere regionale della Lega, sottolineando come per risolvere il problema della continuità assistenziale stia intervenendo, insieme al vicepresidente della regione Carloni, attivando la filiera di Governo Lega per risolvere le limitazioni imposte dalla normativa nazionale. “La Lega sta lavorando a tutti i livelli per la risoluzione delle problematiche della sanità che il Covid ha accentuato - aggiunge Serfilippi - Al pianto di coccodrillo del PD e del sindaco Seri, da cui non accettiamo lezioni, abbiamo già risposto con 17 milioni di euro per potenziare la sanità fanese e milioni di fondi per le case di comunità di Mondolfo e a Mombaroccio, gli ospedali di comunità di Fossombrone e Cagli, per il mantenimento degli ospedali di Pergola e Urbino. Ringrazio pubblicamente tutti i medici di continuità assistenziale che fino ad oggi hanno svolto un lavoro encomiabile (sostituendo anche la parziale chiusura del servizio di Pesaro nei giorni feriali) ribadendo tutto l’impegno necessario perché possano continuare a svolgere questo importante servizio pubblico”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2022 alle 12:13 sul giornale del 12 febbraio 2022 - 222 letture