x

Il Pd accoglie l’invito del sindaco per un cambio di passo nel governo della città

partito democratico 4' di lettura Fano 01/02/2022 - Il congresso conclusosi l’11 dicembre scorso, frutto di un’ampia partecipazione, ha eletto il nuovo segretario Tommaso Della Dora espressione della mozione iDem che ha ottenuto il 64% dei consensi tra gli iscritti. Ora il PD di Fano, pienamente legittimato, è deciso ad imprimere un nuovo impulso e a mettere in campo nuove idee per il rilancio della città.

“Non appena sono stati eletti ed insediati gli organismi - evidenzia il neosegretario Della Dora - abbiamo subito ridato vigore al partito, riprendendo il confronto interno sui temi più delicati e strategici per il futuro della città, al fine di rilanciare con forza le nostre proposte e le nostre priorità”.

La settimana scorsa, infatti, il Direttivo si è confrontato sulla questione relativa ai servizi pubblici locali approvando a maggioranza una risoluzione a tutela e a difesa dell’autodeterminazione di ASET, confermando la priorità dell’investimento strategico del biodigestore. Il PD chiede il rispetto della procedura trasparente in corso, che mira ad individuare il partner più valido per realizzare tale impianto e della decisione finale al Consiglio comunale.

“Considerata la complessità e l’importanza del tema - aggiunge Della Dora - a breve svilupperemo il confronto anche nell’Assemblea comunale, affinchè tutti si possano esprimere, così da definire una posizione più articolata e netta”.

Nel direttivo che si è svolto ieri sera, si è decisa la posizione che il PD dovrà tenere in Giunta. In linea con i propositi espressi di recente dal primo cittadino, Della Dora precisa: “Abbiamo superato la metà del secondo mandato e dopo il nostro congresso il PD deve dare seguito alla linea politica che è stata legittimata dal voto democratico degli iscritti. Come primo partito della coalizione dobbiamo assumerci con orgoglio la responsabilità di guidare l’azione di governo del centrosinistra. Oggi più che mai, alla luce di un periodo complesso e pieno di paure e solitudini, il Pd deve avere il coraggio di lasciarsi alle spalle l’immobilismo della precedente segreteria e di tracciare con determinazione una nuova prospettiva di benessere e di coesione”.

Il Segretario aggiunge: “Come ha chiaramente detto il Sindaco durante il confronto con la maggioranza e con dichiarazioni alla stampa, occorre rilanciare l’azione di governo e cambiare passo accelerando su tutti i fronti, trovando nuovi stimoli e maggiore intraprendenza. In questa fase, caratterizzata dall’opportunità di ottenere notevoli risorse, l’amministrazione dovrà distinguersi nell’elaborazione di progetti che migliorino la qualità della vita. In questo quadro vanno prese posizioni nette sulle grandi partite come la Sanità, la mobilità, le infrastrutture, il PRG e la riqualificazione degli aree urbane”.

Della Dora ci tiene a rimarcare: “Per tratteggiare l’identità e lo sviluppo di Fano, pur nel rispetto delle varie sensibilità e della dialettica interna, il PD ha il dovere di esprimere una posizione univoca e chiara, per essere credibile e incisivo nelle posizioni che ha assunto. puntando su figure capaci e competenti in grado di raggiungere questi risultati.”

“Sostenuto da questa consapevolezza, nel Direttivo di ieri sera ho proposto - continua Della Dora - di costituire una delegazione formata da nostri rappresentanti: Agnese Giacomoni, Capogruppo in Consiglio comunale, Renato Claudio Minardi, in virtù della sua esperienza e capacità politica, e il sottoscritto, in qualità di Segretario. Avevo inserito nella delegazione anche Riccardo Tonti Bandini, candidato dell’area Futuro Democratico, il quale però ha declinato l’incarico. Il mandato approvato dal Direttivo e conferito alla delegazione è chiaro: rappresentare al Sindaco le nostre istanze, coerentemente alla linea politica emersa dal Congresso, rivendicando la delega del Vicesindaco e, come da impegni assunti dallo stesso Seri in precedenza, la delega alla Cultura, confermando in Giunta i nostri attuali rappresentanti, Tinti, Cucchiarini e Fanesi. Spiace constatare che senza alcuna autorizzazione siano state diffuse notizie relative alle decisioni votate ieri dal direttivo. E’ un atteggiamento sleale e strumentale che non mira al bene del PD e dell'intera coalizione”.

“Fano è la città in cui tutti desideriamo vivere. Dopo L'attesa, è giunto il momento di agire - conclude il Segretario - e per agire bisogna avere il coraggio di assumere le decisioni che i tanti cittadini ci chiedono. Noi abbiamo un sogno e non possiamo fermarci per la paura di fallire”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2022 alle 18:45 sul giornale del 02 febbraio 2022 - 273 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, pd, Pd Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cIZq





logoEV
logoEV
qrcode