x

Mattarella bis, Seri: “Un faro per il Paese”. Dellonti: “Uomo di grande equilibrio, ma politici imbarazzanti”. Rossi: “Ora le sfide più urgenti”

3' di lettura Fano 30/01/2022 - Dopo sei giorni estenuanti e otto votazioni, tutto si è concluso con il Mattarella Bis. Il presidente della Repubblica uscente è stato riconfermato a furor di popolo da un Parlamento che non ha trovato alternative, e che ha dunque finito per ribadire la sua fiducia in Sergio Mattarella. Il quale, dichiaratamente, ne avrebbe fatto a meno, ma per senso delle istituzioni e amore per il Paese ha accettato di restare al Quirinale. Una riconferma, la sua, a cui hanno fatto seguito le reazioni di alcuni sindaci di Fano e dintorni.

“Il Presidente Mattarella – ha scritto il primo cittadino della Città della Fortuna Massimo Seri - ha dimostrato di essere un faro per il nostro Paese in un momento critico. E con questa rielezione continuerà a essere un riferimento a cui ispirarsi, rivolgersi e affidarsi”.

Più critico, ma comunque fiducioso, il sindaco di San Lorenzo in Campo Davide Dellonti. “Caro presidente, eravamo pronti a cambiare i quadri negli uffici pubblici e nelle scuole, e invece rimarrai lì altri sette anni, almeno così si dice. È stata una settimana terribile per la politica italiana”, ha aggiunto Dellonti, parlando di “una gestione imbarazzante dell’elezione della prima carica dello Stato da parte di nostri leader. Una gestione degli accordi politici che neanche in un consiglio comunale di un Comune di 200 abitanti. Una crisi della politica preoccupante, una classe politica non all'altezza. Come amministratore locale e come cittadino – ha aggiunto -, non posso però che essere sereno su una cosa: Mattarella, nel settennato da presidente della Repubblica, ha dimostrato con i fatti grande equilibrio, grande statura morale e politica, grandi capacità di mediazione, e di essere un garante assoluto della Costituzione amato dal popolo. E mentre poteva adesso concentrarsi su altro e passare serenamente le sue giornate, ha accettato con spirito di servizio di ricoprire il ruolo della più alta carica dello Stato per altri sette anni”.

Di prospettiva, invece, il commento del sindaco di Cartoceto Enrico Rossi. “A un anno dalle prossime elezioni politiche, toccherà ancora una volta a Sergio Mattarella essere garante della Costituzione italiana, accompagnando un governo di maggioranza eterogenea che dovrà tornare a occuparsi urgentemente di questioni e sfide importanti, con riflessi sulla nostra vita quotidiana. Da un lato l’impiego efficace delle risorse del PNRR e della programmazione europea 2021-2027, per uno sviluppo sociale ed una crescita economica, robusti e strutturali. Dall’altro, dinamiche politiche e percorsi di riforme del Paese che potrebbero consegnarci anche una diversa articolazione istituzionale e ricomposte alleanze partitiche. Con l’auspicio che queste ci conducano a forme di immediatezza e chiarezza, lontane dai tatticismi e dalle parcellizzazioni di campo”.

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano

Per le tue foto e segnalazioni, per ascoltare il radiogiornale di Vivere Fano e per ricevere le nostre notizie in tempo reale iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 376 03 17 897 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 30-01-2022 alle 18:48 sul giornale del 31 gennaio 2022 - 460 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, san lorenzo in campo, cartoceto, Presidente della Repubblica, articolo, Sergio Mattarella, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cIqx





qrcode