Lega: E’ il tempo delle scelte per il partner di ASET ma la frattura nella maggioranza permane

2' di lettura Fano 25/01/2022 - La Lega fanese è soddisfatta dall’esito della Commissione Garanzia e Controllo del 24 Gennaio che ha messo in evidenza l’importanza strategica della scelta del partner per la realizzazione del biodigestore anaerobico con il quale collaborare nei prossimi anni anche per competere nelle importanti sfide per la concessione della distribuzione del gas (in scadenza il 31 dicembre 2023) e per l’idrico in scadenza nel gennaio 2028.

Una scelta, quella del partner per il biodigestore, che verrà sancita con una votazione del Consiglio Comunale tra le soluzioni proposte dalle quattro aziende che hanno partecipato all’avviso pubblico di interesse, come richiesto dalla mozione approvata all’unanimità da tutto il centro destra e M5S e parte della maggioranza creando una importante spaccatura all’interno di quest’ultima. Nel corso della commissione è emerso che la pretesa del Sindaco e di coloro che vorrebbero riaprire la collaborazione con Marche Multiservizi, rappresentati in commissione da Cora Fattori di + Europa, debba essere autorizzata dal Consiglio Comunale di Fano e che al momento non essendo mai stata presentata ufficialmente e trascritta agli atti alcuna proposta da Marche Multiservizi non si è mai potuto procedere.

La Lega sottolinea che se Marche Multiservizi fosse stata realmente interessata ad una collaborazione con ASET avrebbe potuto partecipare all’avviso pubblico e che non facendolo, ha confermato quello che da anni la Lega sostiene, e cioè di puntare alla fusione con ASET e diventare gestore unico dei servizi della Provincia. A questo proposito sembra sempre più plausibile l’esistenza di un dossier contenente il progetto per la fusione di ASET e Marche Multiservizi e quindi la Lega si domanda che se non dall’assessore Samuele Mascarin, come lui stesso ha confermato in Commissione, chi della maggioranza abbia potuto visionarlo e condividerlo senza l’approvazione del Consiglio Comunale.

L’impressione generale sul tema del biodigestore e future partnership è che la maggioranza appare divisa ed in grossa difficoltà a conciliare una posizione a favore della autonomia di ASET e quella che vorrebbe la apertura ad Marche Multiservizi per la definizione di un piano industriale. I tempi sono difficili per il sindaco Seri che è riuscito a ritardare di anni la realizzazione del biodigestore decidendo di non decidere ed ora che il momento delle decisioni improrogabili è arrivato rischia di non vedere nemmeno l’inizio dei lavori che la giunta va a rotoli prima.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2022 alle 11:34 sul giornale del 26 gennaio 2022 - 153 letture

In questo articolo si parla di politica, lega, lega fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cHk1





logoEV
logoEV