Calcio: il debito dell'Alma Juventus ridotto a 57.753 euro

alma juventus fano 1' di lettura Fano 24/01/2022 - L’Alma Juventus Fano, in un’ottica di trasparenza amministrativa gestionale, comunica che ha riscontrato le numerose richieste pervenute durante la fase di ricognizione nei mesi precedenti, per cui al 31/7/2021 è risultato un debito commerciale complessivo di euro 351.714,00.

Al 31/12/2021 predetta debitoria è stata quasi totalmente ripianata e ridotta ad euro 57.753,00 di cui parte già rateizzati nei primi mesi del 2022. A tal proposito si ringraziano i fornitori coinvolti per la disponibilità dimostrata nei confronti dell’attuale dirigenza e soprattutto per l’attesa nella fase transitoria di passaggio di proprietà. Si comunica altresì, che il debito tributario e previdenziale sempre al 31/7/2021 risultava pari a euro 240.981, riferibili prevalentemente a tributi quali: IVA, ritenute Irpef, Inail Enpals-Inps e Tari, per alcuni degli stessi erano già state predisposte e concesse delle rateizzazioni. Si sta provvedendo a finalizzare quelle ad oggi non ancora definite.

Al 31/12/2021, del predetto debito, risultano saldate rate per euro 28.402,00. Per quanto attiene la gestione corrente relativa alla stagione sportiva in corso (2021/2022), si precisa che gli emolumenti dei calciatori e collaboratori sono regolarmente pagati al mese di dicembre incluso. I debiti commerciali e tributari maturati e non ancora saldati risultano essere euro 104.157,21. Dopo l’estinzione del mutuo ICS, continua la delicata e difficoltosa fase di risanamento finanziario; si auspica di poter dedicare nei mesi a seguire gli sforzi per programmare il futuro, non più in maniera solitaria, ma concretamente con maggior coinvolgimento e interesse degli stakeholders locali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2022 alle 10:22 sul giornale del 25 gennaio 2022 - 189 letture

In questo articolo si parla di fano, sport, calcio, alma juventus fano 1906, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cG1X